Francia-Svizzera gara a senso unico: lo rivelano i precedenti

Francia Svizzera precedenti
I calciatori della Francia esultano (fonte foto GettyImages)

Nella storia di Francia e Svizzera nelle maggiori competizioni calcistiche manca l’equilibrio: i Bleus sono un tabù per gli elvetici.

Sulla carta l’ottavo di finale di Euro 2020 tra Francia e Svizzera è uno dei meno equilibrati. Lo dice ovviamente la rosa a disposizione dei due commissari tecnici: da una parte Deschamps può contare sui campioni del mondo, una rosa di fenomeni che mescola esperienza, energia, gioventù e gran classe; dall’altra Petkovic ha diversi calciatori solidi ed esperti, ma non può contare su nessun vero campione.

A confermare la missione quasi impossibile per i rossocrociati sono però anche i precedenti. Quando la Svizzera ha incontrato la Francia in competizioni ufficiali, infatti, non è mai riuscita a vincere. Riusciranno gli elvetici a infrangere il tabù nella sfida della National Arena di Bucarest?

Leggi anche -> Euro 2020, la Francia resta favorita per Statsperform: ancora male l’Italia

Francia-Svizzera: i precedenti in competizioni ufficiali

Deschamps Francia Euro 2020
Didier Deschamps, commissario tecnico della Francia (fonte foto GettyImages)

Reduce da un girone discreto ma non eccezionale, la Francia è riuscita a strappare il primo posto nel girone di ferro, il Gruppo F degli Europei, grazie a una vittoria con la Germania e due pareggi. La Svizzera si è invece qualificata nel girone dell’Italia come una delle migliori terze.

Anche dal punto di vista dell’andamento fin qui, dunque, non dovrebbe esserci storia. Ma a dare ancora maggior coraggio, se ce ne fosse bisogno, ai Bleus allenati da Didier Deschamps sono i precedenti. In 38 gare tra Francia e Svizzera, 12 volte ha vinto la Nazionale elvetica, 16 volte quella transalpina, con 10 pareggi. Tutto sommato non male. Non fosse che di queste, solo sei volte sono state partite ufficiali, e nelle partite ufficiali la Francia non ha mai perso, conquistando due vittorie e quattro pareggi.

Potrebbe interessarti -> La Francia degli esclusi eccellenti avrebbe vinto Euro 2020?

L’ultimo confronto tra le due squadre risale alla fase a gironi degli ultimi Europei, quelli del 2016. Nell’occasione, allo stadio Pierre-Mauroy di Lille, nella terza giornata Francia e Svizzera si accontentarono di un pareggio senza reti per passare il turno, Les Bleus come primi, gli elvetici come secondi.

La prima gara ufficiale, dopo 32 amichevoli tra il 1905 e il 2003, arrivò nel 2004, sempre agli Europei. Nell’occasione, la Francia di Santini vinse per 3-1 con doppietta di Henry e rete di Zidane. La rete rossocrociata fu comunque da record: andò a segno Jahn Vonlanthen a 18 anni e 141 giorni, più giovane calciatore a rete in una fase finale di un Europeo.

Dopo due pareggi nelle qualificazioni dei Mondiali del 2006, vennero sorteggiate nella stessa manifestazione all’interno dello stesso girone, pareggiando sempre senza reti a Stoccarda. Fu invece un trionfo per la Francia di Deschamps in Brasile nel 2014, con un netto 5-2 firmato anche da Giroud e Benzema, possibili protagonisti della gara di Euro 2020. Come anche Xhaka, autore di una delle due reti svizzere.