Inghilterra-Italia, arbitra Bjorn Kuipers: è il fischietto più ricco del mondo

Kuipers finale Euro 2020
Bjorn Kuipers (fonte foto GettyImages)

Bjorn Kuipers è stato designato come arbitro della finale di Euro 2020 tra Inghilterra e Italia: tutti i segreti del fischietto olandese.

Kuipers finale Euro 2020
Bjorn Kuipers (fonte foto GettyImages)

Come da pronostico, l’arbitro della finale di Euro 2020 tra Italia e Inghilterra sarà Bjorn Kuipers. Il fischietto olandese sarà assistito dai connazionali Sander van Roekel ed Erwin Zeinstra, mentre il quarto uomo sarà spagnolo, Carlos del Cerro Grande. Al var invece un tedesco, per non scontentare nessuno: Bastian Dankert.

Direttore di gara esperto, Bjorn Kuipers è nato a Oldenzaal il 28 marzo 1973. Internazionale dal 2006, si è fatto conoscere al grande pubblico non solo per alcune ottime prestazioni e qualche macchia di troppo, ma anche e soprattutto per le sue attività di imprenditore. Kuipers è definito infatti da molti come l’arbitro più ricco del mondo, un uomo che ha scelto di dedicarsi all’attività arbitrale non per soldi, ma per hobby e divertimento. D’altronde, è un figlio d’arte: anche il padre era arbitro, e ha voluto seguire quindi le orme dell’amato genitore.

Ma di lavoro Kuipers è un grosso imprenditore, tra i più importanti in Olanda. Deve le sue fortune infatti alla catena di supermercati C1000, di cui è il proprietario, e che lo ha portato ad avere un patrimonio stimato in circa 12 milioni di euro. Non sarà Jeff Bezos, ma di certo non se la passa malissimo. Ma quali sono i suoi precedenti con l’Italia e le italiane? Proviamo ad analizzarli.

Leggi anche -> Belgio-Italia, arbitra Slavko Vincic: la storia del fischietto coinvolto in uno scandalo a luci rosse

Bjorn Kuipers: i precedenti con l’Italia (e le italiane)

Kuipers Italia
Bjorn Kuipers ammonisce Leonardo Bonucci (fonte foto GettyImages)

Nel corso della sua lunga carriera, Bjorn Kuipers ha diretto l’Italia quattro volte, e non sempre con risultati incoraggianti per gli Azzurri. Di queste quattro gare, solo una si è risolta con una vittoria della nostra rappresentativa. Si tratta però di un precedente importante, quello del 15 giugno 2014 proprio contro l’Inghilterra ai Mondiali in Brasile. Quella partita terminò 2-1, con reti di Marchisio e Balotelli per l’Italia e di Sturridge per gli inglesi. In campo tra gli Azzurri erano già presenti Verratti, Sirigu, Chiellini e l’assistente di Mancini De Rossi, mentre dalla panchina subentrò Immobile (rimasero seduti Bonucci e Insigne).

Le altre tre gare furono invece: una gara tra Spagna e Italia per le qualificazioni Mondiali nel 2017, terminata 3-0 per le Furie Rosse; un pareggio 1-1 con la Croazia nel 2014, per le qualificazioni agli Europei; infine, un’amichevole con la Francia, terminata 3-1 per i transalpini. Non un bilancio ottimale. Diverso il discorso per gli inglesi che, invece, con Kuipers hanno perso solo contro di noi, riportando negli altri due precedenti una vittoria con la Svezia e una con la Polonia.

Potrebbe interessarti -> Italia-Austria affidata ad Anthony Taylor, l’arbitro che ‘odiava’ gli arbitri

Non positivo invece il suo ruolino con le squadre italiane in Europa. In totale in Champions sono 4 le vittorie (ultima quella ‘inutile’ della Juventus contro il Porto negli ottavi dell’edizione 2020/21), 6 i pareggi e 5 le sconfitte. In Europa League invece 1 pareggio e 2 sconfitte. Meglio incrociare le dita.