Numero di panchine: la Serie A regala delle sorprese

Il numero di panchine in Serie A crescerà per i tecnici, puntando chissà un giorno ai record di Nereo Rocco e Carlo Mazzone. A sorpresa, qualche tecnico esperto è sotto con i numeri.

Luciano Spalletti - Getty Images
Luciano Spalletti ha il maggior numero di panchine in Serie A dei venti tecnici attuali – Getty Images

Il prossimo torneo di Serie A metterà a confronto i tecnici anche per il numero di panchine raggiunto. Chiaramente fare una classifica ora porta a dei dati parziali, durante lo svolgimento del campionato capiremo se ci sarà qualche posizione scalata. Tutti si augurano di arrivare, per il 2021-22, a svolgere il giro completo con il numero di panchine a 38, ma sarà ben difficile non frenare la furia dei presidenti.

Chissà cosa ne pensa l’attuale record man della Serie A. Luciano Spalletti ha 482 panchine in Serie A, un numero importante iniziato dall’agosto del 1997, quando con il suo Empoli neopromosse perse la prima gara contro la Roma per 3-1. Da allora tante panchine, molte alla Roma, e un crescendo frenato anche dalle avventure russe e da qualche pausa sabbatica.

Chi invece è volato come un treno… è stato Gian Piero Gasperini, un mago della continuità con l’Atalanta. L’avversario più quotato per avere dei record come numero di panchine tra i tecnici: se la sua avventura a Bergamo durerà a vita, allora abbatterà tutti i primati italiani. Contro il Torino arriverà a 450 gare in Serie A da tecnico.

Il ritorno di Max, l’attesa dei due esordienti

Stefano Pioli - Getty Images
Stefano Pioli è quarto tra i tecnici con più esperienza – Getty Images

Sul podio dei più presenti c’è Max Allegri. Numero di panchine fissato su 394, considerando le due stagioni di fermo. Dalla Juventus… alla Juventus, ma ricordando anche le prime avventure nella massima serie. Cinque sconfitte di fila con il Cagliari e un pari contro il Milan: Massimo Cellino lì fece un miracolo per trattenerlo, conoscendone la indole.

Dietro Allegri, ci sono Stefano Pioli a 379, Sinisa Mihajlovic a 338 e altri tecnici più distanziati, con vuoti che si colmano in base alle avventure e alle stagioni più o meno terminate. Curiosamente Simone Inzaghi ha più panchine del suo erede laziale Maurizio Sarri: 197 a 190 il confronto.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Il neo tecnico della Lazio ha tanti dubbi

Chi ha poche panchine in massima serie è Josè Mourinho. Esattamente 76, ovvero le 38 del torneo 2008-09 e le altrettante della stagione successiva. Con due scudetti vinti, quindi il coefficiente è il più alto dell’intera categoria.

Per 45 volte Aurelio Andreazzoli ha stilato una formazione in massima serie, curioso dato tra Empoli e Genoa per un tecnico che ha speso la sua carriera un po’ in tutti i modi. A 38, invece, Vincenzo Italiano e a 33 Fabrizio Castori (cinque gare in A con il Carpi furono assegnate a Giuseppe Sannino).

A nove Thiago Motta con una sola vittoria, a quota zero Paolo Zanetti e Alessio Dionisi. Sono due, quindi, i gran debuttanti al gran ballo della Serie A.