Daniele Faggiano, riscatto Samp: è il momento di comprare

Daniele Faggiano è in attesa di riscatto dall’altra parte di Genova. Costruire una nuova Sampdoria è l’obiettivo primario del nuovo direttore sportivo.

Faggiano con D'Aversa - Getty Images
Daniele Faggiano con mister Roberto D’Aversa: dopo il Parma si ritrovano alla Sampdoria – Getty Images

In attesa di riscatto passando a pochi chilometri di distanza. Per Daniele Faggiano è tanta la voglia di rivalsa, è tornato in Serie A da direttore sportivo passando alla Sampdoria per dimenticare … il Genoa. L’ultima esperienza nella massima serie in rossoblù non è durata moltissimo, dal giugno del 2020 sino al mese di settembre dello stesso anno.

Con critiche e qualche malumore, Faggiano aveva comunque costruito una rosa nelle possibilità del Genoa, ma per Enrico Preziosi tutto quanto era stato fatto non poteva bastare. Un addio, il silenzio e poi il ritorno dall’altra parte di Genova. Perché la voglia di calcio vince su tutto e con un presidente come Massimo Ferraro può essere anche una sfida nella sfida lavorare bene.

La garanzia della Sampdoria, però, si chiama Carlo Osti, uno dei dirigenti più esperti del calcio italiano che ricopre ora il ruolo di responsabile tecnico doriano. I due lavoreranno in sinergia, soprattutto per cercare nuovi talenti in giro per l’Europa. La Samp, negli ultimi anni, ha preso a poco e venduto a tanto: Andersen, Skriniar, Schick alcuni esempi. E tanti rimpianti nel mezzo per non aver trattenuto gente come Bruno Fernandes, Zapata e Muriel.

Un mister di cui fidarsi

Daniele Faggiano ds Samp - Getty Images
Daniele Faggiano non ha comprato ancora, caso Damsgaard a parte – Getty Images

L’altra garanzia è in campo, perché Daniele Faggiano conosce bene Roberto D’Aversa. Con il neo tecnico doriano è stata importante l’esperienza al Parma, sicuramente formativa per tutte e due le parti. Due promozioni di fila con il tecnico più la salvezza nella stagione del ritorno in A, un gran lavoro fatto con la base del 4-3-3 in sottofondo.

Era arrivato quando i ducali militavano in Serie C, dopo un’esperienza fulminea con il Palermo, perché Maurizio Zamparini oltre agli allenatori faceva durare poco anche i direttori sportivi.

E, a sua volta, aveva cambiato aria dopo il miracolo Trapani, con i siciliani furono svolte importanti sessioni di mercato nonché stagioni in campo. Da squadra provinciale, riuscì a sfiorare un vero e autentico miracolo, allora allenata da Serse Cosmi si fermò a un passo dal traguardo, sconfitta ai playoff dal Pescara.

Era stato un miracolo anche allestire quel team così coeso, con tanti uomini che hanno rappresentato un sogno importante per una piccola realtà del calcio italiano, ora in attesa di miglior fortuna.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Alla Samp intanto si riparte da una sicurezza

Daniele Faggiano, leccese classe 1978, ora è pronto a questa sfida doriana, ben sapendo come anche i tifosi si aspettino molto di più. Dal mercato e dalle strategie societarie, perché i doriani vogliono tornare in Europa prima o poi. Senza aspettare i tempi gloriosi del passato, ma ripuntando su una società che sappia fare calcio. E sappia fare soprattutto mercato senza cedere i pezzi migliori.