La Serie B apre il suo sipario: primo turno, ci siamo

Il primo turno di Serie B è all’insegna dello spezzatino ma anche dei grandi ritorni in campo. La serie cadetta vuole dimostrare di essere una sorta di Serie A2.

scivolata Ciano - Getty Images
Nel primo turno di Serie B il Frosinone di Camillo Ciano in anticipo contro il Parma – Getty Images

C’è grande attesa anche per l’inizio della Serie B, da venerdì il primo turno di campionato darà il via alle emozioni un po’ in tutta Italia. Un torneo ben dislocato che va dal profondo Nord Est di Pordenone al Sud più profondo con Reggio Calabria, per un campionato non a caso definito come la casa degli italiani.

E questa Serie B, proprio nel suo primo turno, partirà subito con le prime emozioni di Frosinone-Parma: venerdì sera già una sfida impegnativa per il collettivo di Enzo Maresca, che vuole assolutamente tornare in Serie A. L’attesa è tanta, ma occhio alle possibili sorprese, perché la Serie B è sempre un torneo che non lascia nulla al caso, dove c’è sempre da poter inciampare.

Lo sanno bene le squadre che si sfideranno sabato alle 18, il Pordenone e il Perugia. I neroverdi si sono salvati con qualche brivido la scorsa stagione, gli umbri devono dimenticare la rimonta di coppa genoana. Mentre alle 20.30 il derby Cittadella-Vicenza sarà l’occasione per capire come stia maturando il progetto di entrambe le squadre.

Grandi ritorni in gioco

Aglietti all.Reggina - Getty Images
Ritorno a Reggio Calabria per Alfredo Aglietti, stavolta da mister – Getty Images

La domenica del primo turno di Serie B sarà ancora più incandescente. Due le gare delle 18 e le altre cinque, invece, in serale con la buona compagnia delle due di Serie A, quasi a comporre anche un turno…radiofonico.

Partendo dal pomeriggio, gara di ambizioni tra Ternana e Brescia, gli umbri per altro hanno acquistato l’ex rondinella Donnarumma e potranno puntare al ruolo di rivelazione. Massimo Cellino, invece, chiederà a Pippo Inzaghi una stagione con il turbo, la Serie B lo ha già innervosito la scorsa stagione.

Sempre alle 18 altro big match, tra Reggina e Monza. Altre due compagini che vorranno inseguire sogni di gloria, in particolar modo i brianzoli che hanno l’obiettivo della promozione diretta. Ma sono già partiti maluccio, facendosi eliminare sabato scorso dal Cittadella in Coppa Italia.

Poi eccoci alle gare delle 20.30, partendo da Ascoli-Cosenza, i calabresi sono ancora un grande cantiere aperto e chissà quando chiuderà. Il Benevento ridarà il benvenuto in cadetteria all’Alessandria, che manca da più di quarant’anni all’appuntamento con la seconda serie.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> C’è grande attesa per un ritorno gradito in cadetteria

Molto più accesa sarà Cremonese-Lecce, saranno due squadre che punteranno con decisione il treno dei playoff e avranno bisogno di alimentare le loro ambiziosi. Così come il Crotone, che ospiterà in casa il Como: una gara particolare per mister Francesco Modesto che contro i lariani segnò un gol per la promozione nel 2016. A chiudere Pisa-Spal (due proprietà ora americane).