Dal Milan alla Serie B: è una sfida di amarcord e sogni

Dal Milan alla Serie B, la voglia di calcio di Adriano Galliani e Ariedo Braida rimane immutata. Il derby di stasera in cadetteria li mette in scena dietro le quinte (ma mica tanto).

Braida e Galliani - Getty Images
Protagonisti col Milan, ora in Serie B: si sfidano stasera Braida e Galliani – Getty Images

La sfida tra Monza e Cremonese di questa sera sarà l’occasione per capire quale delle due squadre lombarde sia meglio avvezza a questo inizio di Serie B. In particolar modo, entrambe hanno molto lavoro da fare ancora sul fronte societario. Se le proprietà sono abbastanza solide, è merito anche di chi gestisce il mercato e, in generale, tiene in mano le redini delle società. A Monza, il direttore sportivo è Filippo Antonelli Agomeri, ma Adriano Galliani è l’uomo che determina i destini dei brianzoli. A Cremona, invece, è Ariedo Braida a diffondere sapienza calcistica.

Due destini che si incrociano e che si uniscono stasera, perché sarà una gara di Serie B quella tra Monza e Cremonese, ma profuma molto di Milan. In particolare di un Milan vincente, quello che aveva allontanato gli spettri proprio del torneo cadetto per arrivare in alto, in altissimo.

Le vittorie della Champions League, delle Coppe Intercontinentali, nonché i cicli di Arrigo Sacchi, Fabio Capello e Carlo Ancelotti. C’è un po’ di tutto nei ricordi dei due grandi dirigenti.

Monza-Cremonese per iniziare alla grande

Cremonese in campo - Getty Images
La Cremonese a Monza nel tentativo di ripetersi – Getty Images

Adriano Galliani con il Monza ha una missione nell’immediato: portare i brianzoli fuori dalla Serie B. Portandoli, in particolar modo, a un derby inedito in Serie A contro il suo Milan, perché la proprietà Berlusconi vorrà fare dei brianzoli un nuovo fenomeno calcistico. La prima stagione in cadetteria, dove il Monza è tornato dopo venti stagioni, ha lasciato l’amaro in bocca. Eliminato dal Cittadella, il team ora in mano a Giovanni Stroppa sa di non dovere più fallire.

Soprattutto sul mercato non tutto sembra essere risolto. Il Monza è alla ricerca almeno di un elemento a reparto, proprio per completare una sorta di dream team… più pratico. Magari non proprio prendendo degli ex Milan, gli esperimenti di Boateng e Balotelli non sono stati pienamente funzionali per la realtà cadetta e l’uscita ai playoff ha lasciato il segno.

Il pareggio di Reggio Calabria ha congelato i primi giudizi, fermo restando anche l’eliminazione dalla Coppa Italia già al primo turno.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> I progressi cadetti sono iniziati da quest’estate 

Vive con più serenità Ariedo Braida, perché la Cremonese è sembrata già una squadra concreta. Lo 0-0 di Coppa a Torino è stato importante, per far capire di essere una compagine interessante e che non ha paura di qualsiasi avversario. In campionato, poi, il primo match è stato spettacolare. Il 3-0 infilato al Lecce, davanti al proprio pubblico, ha fatto già capire come i grigiorossi possono recitare un bel ruolo in questa Serie B.