Tira il rigore due volte, l’esultanza vietata ai minori diventa virale – FOTO

Dopo aver sbagliato il rigore il calciatore si ripresenta con coraggio dal dischetto e fa gol: l’esultanza è da bollino rosso.

rigore esultanza pallone
L’esultanza dopo il rigore e la palla in rete è da bollino rosso (Getty Images)

Nel calcio ci vuole coraggio. Soprattutto dal dischetto. Tante storie sono cambiate per un tiro dagli 11 metri, tanto da rendere alcuni calciatori eroi indimenticabili ma anche capri espiatori per le disfatte maturate dopo un penalty sbagliato. Qualità, precisione, soprattutto freddezza. Sono le doti che deve avere il tiratore scelto, ma anche i più bravi possono sbagliare.

Come accaduto oggi ad un calciatore che si è fatto ipnotizzare dal dischetto, ma che ha avuto una seconda opportunità dopo la decisione dell’arbitro di far ripetere il penalty. E dopo la rincorsa e il tiro, è accaduto davvero di tutto.

Serie B, sbaglia il rigore ma poi lo segna: l’esultanza è da bollino rosso

Esposito in ECL - Getty Images
Esposito, in foto con la maglia del Basilea e ora protagonista con la Spal – Getty Images

Tutto è accaduto in Reggina Spal, match poi vinto dai calabresi. Dopo la rete di Hetemaj, che ha sbloccato la partita, l’arbitro ha deciso di assegnare un penalty ai ferraresi. Dal dischetto si è presentato Esposito, che si è fatto parare il tiro dal portiere. Micai però non aveva i piedi sulla linea di porta, per cui il rigore è stato ripetuto.

Leggi anche: Una Serie B di giovani: le migliori speranze da seguire

Ancora Esposito contro l’estremo difensore della Reggina, battuto e costretto nella seconda occasione a raccogliere la sfera in rete. É esplosa così tutta la gioia dell’attaccante, che davanti alle telecamere ha esultato alla Simeone, con il classico gesto delle bolas. Un modo di gioire diventato quasi un’abitudine. E che non piace proprio a tutti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Dna Da Macellaio (@dna_da_macellaio)