Mirante al Milan: quella volta che per una donna litigò con un big

Mirante è un nuovo portiere del Milan, si giocherà il posto con Tatarusanu: quella volta che litigò con un big per una donna.

Antonio Mirante, portiere svincolato che si è offerto al Napoli
Antonio Mirante è del Milan – GettyImages

Il Milan ha scelto, e in meno di 24 ore ha dato numero ed esperienza al reparto portieri. L’infortunio di Maignan non convince e tiene in apprensione il clan rossonero. Sia per il polso, che è delicatissimo, ma anche per i tempi di recupero, che potrebbero essere di 3 settimane, ma estendersi fino a circa 2 mesi di stop.

Il francese salterà molte partite, fra cui il doppio confronto con il Porto e probabilmente anche il derby. Ecco perché, con Plizzari infortunato, il solo Tatarusanu non può offrire garanzie. Arriva quindi Antonio Mirante, ex della Roma che non si è lasciato benissimo con i giallorossi. É un numero 1 di sicuro affidamento, e anche dal carattere forte. Lo dimostrò anche fuori dal campo, litigando con un calciatore per una donna.

Mirante, il Milan ha un nuovo portiere: quella volta in cui sfiorò la rissa con Higuain

Milan mirante
Milan, arriva Mirante (Gettyimages)

Sono passati 6 lunghi anni, ma quella storia che sembrava un battibecco al termine di un match, nascondeva altri motivi. Di cuore, perché Mirante e Higuain si contendevano una bellezza da urlo. Mora, bellissima, napoletana. Chiara Napoli confermò all’epoca dei fatti la ricostruzione che fecero i giornali. Era legata infatti sentimentalmente all’attuale portiere del Milan, ma ricevette dei messaggi dal Pipita.

Leggi anche: Roma, il drammatico racconto del calciatore: “;Ho rischiato di morire”

Fu uno dei motivi della rottura nella coppia, ma anche di un battibecco che sfociò quasi in rissa fra i due. Arrivarono quasi alle mani, perché Mirante andò su tutte le furie dopo aver appreso dei messaggi fra la fidanzata e l’ex bomber di Napoli e Juve. E per farsi giustizia provò a mostrare le unghie. Carattere e grinta quindi, ora a disposizione di Stefano Pioli.