Precedenti scottanti: Juventus e Roma al bivio decisivo

Juventus e Roma in campo anche per ricordare gli ultimi precedenti. Alterne fortune per le due squadre, ma anche momenti abbastanza significativi da poter ricordare.

Juve-Roma contrasto - Getty Images
Juventus e Roma in campo con i precedenti incerti – Getty Images

Quella tra Juventus e Roma non è mai una sfida banale. Negli anni Ottanta, spesso e volentieri, era un big match per lo scudetto, ora invece è una gara da non fallire per entrambe, viste le ambizioni da ritrovare. Una gara che, soprattutto negli ultimi anni, ha dato molto da analizzare, i precedenti sono stati tutti densi di significato. L’ultimo avvenne proprio a Torino il 6 febbraio scorso, lo vinse la Juventus per 2-0 segnarono Ronaldo e un autogol di Ibanez. Non fu la miglior Roma di Paulo Fonseca, ma nemmeno la migliore di Andrea Pirlo, tutto sommato.

Un po’ come nel girone d’andata, a Roma sotto un acquazzone il pari per 2-2 fu ricco di gioco ma alla fine il punto sembrò qualcosa da trattare in secondo piano. Era l’attesa per tutti, Edin Dzeko sembrava doversi congedare da Roma proprio dopo quella gara invece… rimase all’Olimpico proprio perché giocò benissimo. Fece da regista offensivo e ispirò i gol di Jordan Veretout, la Juventus invece si aggrappò a Cristiano Ronaldo. Come un corallo a uno scoglio, vista praticamente la mancanza di adattamento di Alvaro Morata, appena tornato e subito mandato in campo.

Particolari che fanno la differenza

Ronaldo vs Roma  Getty Images
Ronaldo era sempre ben accerchiato dai giallorossi – Getty Images

Ancor prima, e siamo al 1° agosto 2020, Juventus e Roma fecero la passerella per l’arbitro Rocchi. Fu quello l’episodio chiave del match, che finì 3-1 per i giallorossi con qualche esordio in campo e la sensazione che Maurizio Sarri avrebbe avuto le ore contate (la Champions e l’eliminazione con il Lione confermarono gli umori).

Ci fu, invece, qualcosa da sottolineare all’andata, con un match giocato a Roma che fece scuola. Sul fronte romanista il rimpianto fu dovuto al grave infortunio occorso a Nicolò Zaniolo, che da gennaio poi rientrò a giugno nel campionato post covid. Un’immagine vista e rivista, che fece disperare migliaia di tifosi. In molti dimenticarono, però, che quel Roma-Juve fu anche fatale a Mehdi Demiral, che si infortunò gravemente proprio in quella gara. Fu un segno del destino o quasi, il turco aveva addirittura scalzato Matthias De Ligt dai titolari.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Mourinho portafortuna contro i bianconeri…

Gara da ricordare nei precedenti fu anche quella del 22 dicembre 2018, la Juventus vinse di misura e segnò Mario Mandzukic. Fu uno degli ultimi gol del croato in bianconero, la Roma era una vittima preferita. Segnò di testa surclassando il suo diretto avversario, una dimostrazione di forza che festeggiò sotto la curva bianconera. Per il match di domenica i tifosi bianconeri vorranno la stessa grinta di Mandzukic per strappare i tre punti al “nemico” Josè Mourinho.