Derby ligure, quante storie: l’anticipo punta alla gloria

Il derby ligure tra Sampdoria e Spezia racconta storie e le intreccia. Tra ex in campo, gente con l’avversario nel cuore ma anche nel destino recente.

Nzola batte Audero - Getty Images
Il derby ligure metterà in campo Sampdoria e Spezia domani – Getty Images

Per Sampdoria e Spezia il derby ligure sarà un utile indice per capire quale sarà il futuro in campionato delle due squadre. Che hanno qualche rimpianto, qualche punto in più poteva arrivare, soprattutto nella primissima parte del torneo.

In ciò, più che altro è stato il mercato a mettere il bastone tra le ruote. La Sampdoria è stata puntellata praticamente negli ultimi giorni se non nelle ultime ore di trattative. L’arrivo di Ciccio Caputo ha dato un nuovo peso all’attacco, “costringendo” mister D’Aversa a cambiare modulo. Non più un 4-3-3, bensì una formula più elastica, la coppia Caputo-Quagliarella è tanta roba, ma nessuno dei due poteva andare chiaramente a fare l’esterno.

Lo Spezia ha avuto tante difficoltà, tra il covid dei calciatori, il blocco del mercato futuro, gli arrivi dell’ultimissimo minuto e un amalgama non spesso riuscitissima. Soprattutto è il blocco difensivo che non dà grandissime sicurezze, proprio tra Samp e Spezia è saltato lo scambio tra portieri. Provedel in blucerchiato e Falcone spezzino era l’intenzione non tramutata nei fatti, lasciando più deluso Thiago Motta.

Una gara speciale per molti

Gol spezzino - Getty Images
Come lo scorso anno, anche ora la sfida vale per la salvezza – Getty Images

Proprio Thiago Motta è l’uomo che guarda alla Sampdoria con più curiosità. Con il Genoa ha solamente assaporato l’aria da derby quando ne era il tecnico, senza dubbio ha vissuto maggiormente quella da calciatore in rossoblù.

La stracittadina… mini, perché il derby ligure è quello della Lanterna, mentre quello di domani sera ha connotati geografici e poco più. Anche se le tifoserie si punzecchiano nei commenti, in realtà Sampdoria e Spezia vivono quest’attesa tutto sommato serenamente.

Nello Spezia tira aria di derby per due elementi offensivi. Salcedo è arrivato proprio nel mese di settembre, ed è cresciuto nel settore giovanile genoano. Sogna di fare un gol domani sera, in modo da dedicarlo anche ai suoi primissimi tifosi. Agudelo, invece, si accontenterebbe anche di una buona prestazione dello Spezia, anche lui ha il Genoa nel cuore, avendolo scoperto e portato in Italia.

Gli ex, invece, hanno svariati umori. Partendo da Jacopo Sala, che nella Sampdoria ha fatto più panchina che campo, mentre solo ora sta dimostrando il suo valore al “Picco”.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Un compleanno speciale per la squadra ligure

Nella Sampdoria, invece, attenzione per due elementi difensivi. Il centrale Chabot, lo scorso anno, ha disputato una buona annata in bianconero, un po’ di salvezza è dovuta anche alle sue capacità aeree. Per il terzino Augello, invece, lo Spezia è stato un volano. Lanciato da Claudio Ranieri, ha poi conquistato la Sampdoria con tanta corsa e qualche buon spunto tecnico, come il bel gol del pareggio realizzato contro l’Inter.