De Laurentiis e Lotito cambiano il calcio italiano: “Come la Premier”

Nell’ultima riunione di Lega Serie A, Aurelio De Laurentiis e Claudio Lotito hanno rilanciato un’idea per cambiare il calcio italiano.

Lotito e De Laurentiis
Lotito e De Laurentiis (©LaPresse)

La Serie A come la Premier? Per molti è un sogno, per altri un obiettivo da perseguire. A sorpresa, tra questi ultimi ci sarebbero anche due dei più importanti presidenti di club di A: Aurelio De Laurentiis e Claudio Lotito. I due patron di Napoli e Lazio vorrebbero rivoluzionare il calcio italiano partendo dai vertici. Ma per interessi che sembrerebbero molto personali.

A quanto pare una prima grande proprosta sarebbe stata fatta dai due presidenti romani nell’ultima riunione di Lega Serie A. Una proposta rivoluzionaria che getterebbe le basi per un grande cambiamento, sul quale potrebbero innestarsene molti altri, probabilmente positivi.

Leggi anche -> Arbitri, rivoluzione in Serie A dopo le polemiche: drastica scelta dell’AIA

Vulcanici come sempre, De Laurentiis e Lotito avrebbero chiesto agli altri presidenti di Serie A di puntare a uno strappo che avrebbe permesso al nostro campionato di diventare come la Premier League. Una proposta che però per il momento non ha acceso gli animi dei loro colleghi, ancora fedeli a un modello di gestione del calcio differente.

De Laurentiis e Lotito vogliono una Serie A come la Premier?

Serie A TIM
Serie A TIM (©LaPresse)

Nessun cambiamento nei campionati, per ora. Più che una rivoluzione quello che vorrebbero Lotito e De Laurentiis è infatti un colpo di Stato. Secondo quanto riferito da Tuttosport, i due presidenti si sarebbero detti contrari alla proposta di Dal Pino di trasformare la Lega in una Media Company. I due avrebbero infatti ancora il dente avvelenato per la questione multiproprietà, bloccata da Gravina con consueguenze importanti sulla Salernitana di Lotito e in futuro sul Bari di De Laurentiis.

Potrebbe interessarti -> Terremoto in Serie A, il presidente attacca: “Lo scudetto dell’Inter è falsato”

E proprio per questo motivo, ma anche per una gestione in cui non stanno mancando problemi e falle, i due avrebbero proposto ai propri colleghi di affrancarsi dalla Figc, seguendo il modello della Premier League, che ormai da tanti anni ha abbandonato la Football Association. Per il momento però nessun altro presidente di Serie A avrebbe avallato la loro proposta, schierandosi dalla parte di Dal Pino.

Non sappiamo che il cambiamento sia solo rinviato. Quel che è certo è che anche tra i vertici del calcio italiano la tensione rimane alta, e un terremoto in futuro non è per nulla imprevedibile, considerando che lo stesso Lotito negli ultimi giorni ha aperto a un’ipotesi di Superlega.