Salah è un vero problema: cosa sta accadendo all’egiziano

In Egitto scoppia il caso Salah: l’attaccante del Liverpool diventa un problema. Il motivo? La sua enorme popolarità.

Salah Liverpool
Salah Liverpool (©LaPresse)

C’è un problema in Egitto. Si chiama Momo Salah. Incredibile, ma vero. L’attaccante del Liverpool è infatti uno dei calciatori più forti nella storia della Nazionale nordafricana. Se non forse il più forte in assoluto. Di certo, il più popolare. E proprio questa fama incredibile e senza confini sta portando a qualche incidente di percorso di troppo per l’Egitto. Lo ha dimostrato l’ultima gara della squadra di Queiroz, che ha mandato in tilt il pubblico dell’Angola.

Universalmente riconosciuto in questo momento come uno dei più forti calciatori al mondo, serio candidato anche al Pallone d’Oro (con pochissime chance per quest’anno, ma in futuro chissà…), Salah è famoso dappertutto, in Inghilterra come Italia, in Spagna come in Germania, negli Stati Uniti, in Cina ma anche, e soprattutto, in Africa.

Leggi anche -> Simeone meglio di Salah e Lewandowski: nessuno come lui in Europa

Anzi, nel suo continente Momo è addirittura una superstar. Forse più di Messi e Ronaldo, di certo più di ogni altro calciatore africano. E questo porta a rendere molto complicate le trasferte per la squadra egiziana. Al punto da trasformare il punto di forza della Nazionale in una sorta di problema e distrazione per tutti.

Angola-Egitto: caccia al selfie con Salah

Salah smartphone
Salah su uno smartphone (© GettyImages)

Quanto accaduto in Angola ha davvero dell’incredibile. In una sfida molto accesa anche sul campo, come riferito dal Sun c’è stato bisogno di ben tre interruzioni per poter riportare la calma, con tanto d’intervento delle forze dell’ordine. I tifosi di casa, infatti, più che interessati al match volevano in assoluto un ricordo di Salah, un selfie con il campione, e così in ben tre occasioni c’è stato un tentativo di invasione di campo da parte dei sostenitori più vivaci.

Un inconveniente per Momo e per il suo Egitto, peraltro in grande difficoltà sul campo. La formazione nordafricana è infatti andata sotto per 2-0, acciuffando il pareggio solo a quindici minuti dal triplice fischio con Akram Tawfik. Un punto preziosissimo per gli uomini di Queiroz, che si è aggiunto al plotone di africane già qualificate ai Mondiali 2022, dopo Marocco, Senegal e Mali.

Potrebbe interessarti -> Salah, il gol e i complimenti del migliore al mondo: “Sei incredibile”

Insomma, Momo ci sarà anche in Qatar nel prossimo Mondiale invernale. E per allora forse sarà il caso di organizzare bene la sicurezza. Non sarebbe infatti il massimo assistere a scene di ordinaria follia come quelle viste durante la gara in Angola, e tutto fa pensare che anche nei paesi mediorientali Salah sia una superstar al pari dei campioni più forti al mondo. Gli organizzatori sono avvisati.