Lazio-Juventus, Allegri preoccupato: un dato spaventa l’allenatore

Grande preoccupazione per Max Allegri in vista di Lazio-Juventus: c’è una statistica in cui i biancocelesti sono davanti a tutti.

Max Allegri Juve
Max Allegri (©LaPresse)

Quanti grattacapi per Massimiliano Allegri. La trasferta dell’Olimpico non sarà semplice per la sua Juventus. Ci sarà da soffrire, da stringere i denti, e non solo per le tante assenze. Il tecnico bianconero ha lasciato infatti a casa cinque giocatori, tra cui Ramsey e Paulo Dybala. Gli ingredienti per una gara tosta ci saranno. Soprattutto, ci sarà da correre, e non poco.

Tra i tanti ostacoli che la squadra bianconera dovrà superare per riuscire a imporsi sulla formazione biancoceleste, ce n’è uno che tiene in allarme Allegri. Nella sfida con Sarri e il suo gioco palleggiato, pieno di movimenti e di meccanismi precisissimi, Allegri punterà infatti su ordine e disciplina, oltre a grande cinismo. Ma dovrà anche presentare una squadra fresca e fisicamente in grado di poter competere.

Leggi anche -> Allegri come Sarri: tutto merito del ‘corto muso’

Forse anche per questo ha deciso di lasciare a casa il suo miglior giocatore. Dybala è infatti rientrato dalla pausa per le Nazionali con un affaticamento al polpaccio di leggera entità, ma che avrebbe potuto aggravarsi in caso di sforzo eccessivo. E di sforzi, nella gara con la Lazio, sulla carta potrebbero essercene molti.

Juventus in allerta: la Lazio corre più di tutti

Lazio Luis Alberto
Luis Alberto esulta (©LaPresse)

Ci sono due statistiche che regalano qualche preoccupazione a Max Allegri. La Lazio di Sarri forse non sarà ancora la creatura perfetta che il tecnico di Figline Valdarno era riuscito a creare a Empoli e a Napoli, ma sta comunque crescendo a vista d’occhio nelle ultime settimane.

Lo dicono i numeri. La Lazio è oggi con il maggior possesso palla medio nelle prime dodici gare, soprattutto nella propria metà campo (in quella avversaria scende di qualche posizione, sinonimo di una squadra paziente e capace di ripartire riorganizzandosi da dietro). Per strappare il pallone alla squadra biancoceleste servirà dunque grande applicazione. E tanto fiato, perché la Lazio non si ferma mai.

Potrebbe interessarti -> Juventus, zero minuti con Allegri ma convocato in nazionale: pazzesco

Non c’è nessuno in Serie A che corre come la Lazio. Per chilometri percorsi, la squadra biancoceleste è al primo posto, con una media di oltre 112 chilometri a partita, due chilometri in più rispetto alla seconda, l’Empoli di Andreazzoli. In questa particolare statistica, i bianconeri sono invece al sesto posto. Insomma, ci sarà da faticare per Allegri e i suoi. Un ingrediente in più per rendere questa sfida ancora più carica di significato.