Napoli, dalla Spagna sono certi: due grandi nomi per sostituire Osimhen

I tabloid spagnoli parlano di una pista che unisce il Napoli e la Spagna per sostituire Osimhen: due nomi sondati dal club.

Victor Osimhen napoli
Victor Osimhen, il Napoli starebbe cercando un sostituto (©LaPresse)

Novanta giorni. Una sentenza che mette paura a Spalletti, trascinato d Osimhen. Non solo per i gol, ma anche grazie alla capacità di aprire spazi nei quali i compagni di squadra vanno a nozze. Il tecnico dei partenopei dovrà rinunciare al calciatore, ed ha a disposizione Mertens e Petagna per sopperire all’assenza del nigeriano.

Non sembra esserci l’esigenza di trovare un altro calciatore, almeno dal club campano non filtra questa ipotesi. Il belga però è reduce da diversi stop, mentre il gigante ex Spal potrebbe avere la sua occasione, ma non è proprio un bomber in grado di raggiungere facilmente la doppia cifra. Ecco quindi che dalla Spagna rilanciano due nomi importanti, che accetterebbero l’esperienza in Serie A.

Napoli, sondato il Real Madrid: due nomi per sostituire Osimhen

Osimhen e Fabian Ruiz
Osimhen e Fabian Ruiz (©LaPresse)

Fichajes.net rilancia una notizia che trova spazio su molti tabloid iberici. Pare che il Napoli abbia provato ad allacciare i rapporti con il Real Madrid per capire come muoversi a gennaio. Il portale, specializzato in trattative di mercato, racconta di una concreta possibilità di arrivare a Mariano Diaz e Luka Jovic. Sul primo le garanzie sono poche, fra infortuni frequenti e una vena realizzativa mai convincente.

Leggi anche: Napoli, maledizione Spartak: non è mai successo

Il serbo invece potrebbe fare al caso di Spalletti. É un 9 vero, fisico, anche talentuoso e capace di andare in gol con regolarità. Dalla Spagna giurano che il Napoli farebbe carte false per portarlo in Italia, ma sul calciatore c’è anche la Fiorentina, pronta a passare da un serbo all’altro. Il Real intanto avrebbe aperto al prestito, e l’impressione, dopo gli accostamenti alle milanesi, è che Luka Jovic potrebbe davvero arrivare a gennaio in Italia.