Dall’azzurro al passo d’addio: Lazio, fuori subito un titolare

La Lazio sta mettendo sul mercato un azzurro, i tifosi non sembrano essere così felici all’idea di doversene separare. Maurizio Sarri però nella sua squadra vuole solo gente motivata e che si sposi alla perfezione con le sue idee tattiche.

gruppo Lazio - foto LaPresse
Lazio pronta a perdere un elemento del giro azzurro a gennaio – foto LaPresse

Il problema della Lazio è di natura spesso tattica. Maurizio Sarri lo sa bene e sul mercato ha già dettato la sua linea al direttore sportivo Igli Tare. Nuovi acquisti utili al suo credo e al 4-3-3, cessioni invece per quei calciatori che non si amalgano al meglio con il suo modulo tattico preferito. La Lazio non guarda in faccia a nessuno, sono tanti i calciatori sul piede di partenza. Alcuni anche con velleità nazionali, molti sono gli elementi che hanno militato presenze in Europa sia con la maglia del club nonché nelle competizioni continentali.

Calciatori con la valigia in mano e con tanti estimatori, la Lazio a gennaio avrà la fila se deciderà di mettere qualche pezzo titolare in vetrina. Uno su tutti ha già praticamente capito di dover lasciare Roma. Un vero peccato proprio perché veste l’azzurro, è un calciatore dal sicuro rendimento ma… non si integra benissimo secondo Maurizio Sarri da un punto di vista tattico.

L’addio per il riscatto

Lazzari in campo - foto LaPresse
Manuel Lazzari è ormai sul piede di partenza nella Lazio – foto LaPresse

La Lazio così lascerà partire un azzurro sicuramente. Il più accreditato alla cessione sembra essere Manuel Lazzari, un calciatore che si è sempre speso per la causa. Era stato acquistato qualche stagione fa dalla Spal, squadra con cui aveva fatto benissimo facendo un triplice salto dalla Serie C alla massima serie, salvezza compresa.

A Roma aveva trovato senza dubbio un grande estimatore in Simone Inzaghi, che lo ha impegnato con profitto facendo diventare uno degli migliori esterni destri in Italia. Lazzari ha trovato anche l’azzurro, nelle partite con la Nazionale ha sempre impressionato, sapendo di avere nel ruolo una grande concorrenza. Roberto Mancini gli ha preferito Giovanni Di Lorenzo e Alessandro Florenzi, agli Europei la scelta si è rivelata felice, ma non ha di certo chiuso le porte al laziale.

Chi lo rilancia?

Lazzari ora cerca una squadra che possa rilanciarlo in questa ottica, è un calciatore che può giocare a centrocampo come esterno largo e non in difesa come laterale basso. La Lazio ha fissato il prezzo a 15 milioni, un’enormità per le prime pretendenti che si sono avvicinate. Il Bologna aveva offerto la metà circa, il Torino aveva proposto qualche scambio per alleggerire l’assegno (inserendo Zaza e Verdi in una maxi scambio). L’Inter invece sta puntando su Dumfries, i risultati recenti dell’olandese allontanano la concorrenza.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Raiola porta già il suo sostituto?

L’opzione Juventus non è da sottovalutare ma sempre in un’ottica di scambio. Il club capitolino aveva già pensato a una trattativa importante a centrocampo, potrebbe avere anche qualche idea per la difesa.