Mercato Inter, un nazionale tedesco per Inzaghi: è un top player

Il mercato dell’Inter ha un’accelerata: il nazionale tedesco ad un passo, Marotta pronto a chiudere l’accordo, tifosi in delirio

Gennaio mette spalle al muro perché c’è un tempo per restare e uno per andarsene. Il difensore tedesco lo sa bene sembra aver ormai maturato la decisione di lasciare il suo club. Il centrale vorrebbe una nuova avventura dopo anni passati in Bundesliga, tante presenze tedesche che lo hanno comunque rafforzato. La situazione di rinnovo è tutta da definire, ma il centrale ha dato poche chance al suo club.

calcio tedesco foto LaPresse
Il difensore tedesco vuole un top club come l’Inter – foto LaPresse

Non guadagna moltissimo in Germania, dunque potrebbe accontentarsi di uno stipendio commisurato in una big dove potrebbe diventare un titolare affidabile oppure una riserva polivalente. Il tedesco è ormai determinato ed è proprio per questo che il classe 1994 ha una buona fila di pretendenti. Il Borussia ‘Gladbach sembra ormai scoraggiato: a gennaio, a giugno o pur con un rinnovo firmato, le strade si separeranno.

Nessun caso all’orizzonte, ma semplicemente la voglia di partecipare a traguardi più ambiziosi e misurarsi con un altro mondo. Il richiamo europeo può essere la molla giusta per far cambiare aria.

Il nome di Mathias Ginter è quello che circola in particolar modo per le big europee, in Europa e in Italia c’è la fila per lui.

Mercato Inter, il campione del mondo più utile al momento

Ginter ammonito - foto LaPresse
Il centrale della Germania è un tipo duro – foto LaPresse

Mathias Ginter deve decidere in fretta il futuro. Il centrale tedesco ha voglia ormai di cambiare maglia e le alternative non mancano. Il Bayern Monaco per tipologia di gioco potrebbe valorizzarlo. Nel ricambio dei bavaresi è un nome da tenere al caldo, Nagelsmann sta cambiando anche il modo di difendere. In virtù di ciò, l’arrivo di Ginter sarebbe qualcosa di importante da mettere in conto, visti i tanti impegni stagionali e una Champions League da poter riagguantare.

Un ritorno al Borussia Dortmund, dove per altro ha disputato tre stagioni, è da escludere. Era stato acquistato per dieci milioni di euro dal Friburgo avendo … i galloni da campione del mondo nel 2014 pur senza metter piede in campo, se non per i festeggiamenti. Il tedesco tornò quindi in campionato con Jurgen Klopp che lo fece giocare da centrale come da prassi, ma anche da terzino destro sia nelle emergenze e sia per forgiarne un po’ il temperamento.

I sondaggi da Premier League e Liga non sono da scartare. Il Chelsea potrebbe farci un pensiero grazie a Thomas Tuchel, il Real Madrid avrebbe altri argomenti da mettere sul piatto.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> La Jacobelli punta al top

Non escludiamo nemmeno l’Inter, che dovrà capire se sia il tedesco o Luis Felipe il giusto titolare da collocare in retroguardia. L’arrivo di uno dei due spingerebbe poi a cercare la plusvalenza con Skriniar.