Cessione impossibile, andrà in scadenza: addio Juve nel 2023

La Juventus, concentrata sul finale di stagione, tra la rimonta in campionato ed il ritorno degli ottavi di Champions League da disputare contro il Villarreal, è al lavoro per provare a migliorare la rosa a disposizione di Massimiliano Allegri in vista della prossima stagione.

Il tecnico ha già parlato con la dirigenza per cercare di individuare i giocatori da portare a Torino e chi lasciar partire per ritornare a primeggiare in Italia come fatto nell’ultimo decennio. Tra i possibili partenti in estate c’è un calciatore che però non ha ricevuto ancora offerte concrete e che rischia fortemente di salutare in occasione di giugno 2023.

Calciomercato Juventus, addio nel 2023 deciso
Allegri © LaPresse

Juventus, le strategie di mercato per giugno

La sensazione è che in porta si resti ancora un anno con Szczesny titolare con il polacco che in questa parte di stagione sta vivendo un buon momento. Possibile addio invece per Perin che, in scadenza di contratto troverà con ogni probabilità una nuova sistemazione a costo zero. In difesa da capire quello che sarà il futuro di De Ligt con l’olandese che ha diverse richieste all’estero. La Juve però non vorrebbe privarsene anche se ci sarà un confronto con Bonucci e Chiellini per capire la loro posizione in vista futura. Confermato Danilo, possibile la cessione per Alex Sandro che dovrebbe salutare Torino dopo diversi anni.

Futuro Rabiot, le ultime
Rabiot © LaPresse

Rabiot verso la scadenza del contratto nel giugno 2023

Verso l’addio alla Juventus Adrien Rabiot con il francese che sta trovando spazio alla corte di Massimiliano Allegri anche per via degli infortuni di McKennie e Zakaria. Il francese potrebbe salutare nel caso in cui dovesse arrivare l’offerta giusta ma il suo alto stipendio frena sul nascere ogni tipo di trattativa. Il giocatore classe 1995 infatti percepisce circa 7 milioni di euro all’anno. Una cifra che difficilmente un club può riconoscergli in questo momento soprattutto se deve pagare anche il cartellino alla società di appartenenza. Sembra quindi scritto il futuro del transalpino che potrebbe restare un altro anno in bianconero attendendo la naturale fine del contratto con la Juve. Un’operazione che in questo modo permetterebbe al calciatore stesso di trovare una nuova sistemazione più remunerativa potendo scegliere da solo l’offerta migliore.

Per quello che riguarda i contratti in scadenza in casa Juventus, restano da valutare le situazioni riguardanti Cuadrado e De Sciglio con il colombiano che ha maggiori possibilità di permanenza. Sempre viva la questione Dybala con l’argentino che rischia di salutare Torino a costo zero non avendo ancora trovato l’intesa con i bianconeri.