Scambio Juventus-Milan pronto: l’affare si può fare

Juventus e Milan sono già attivissime sul mercato: un affare quasi fatto a testa e uno scambio pronto che può soddisfare entrambe. Ecco i calciatori coinvolti.

Origi per il Milan, Rudiger per la Juve. Trattative caldissime, probabilmente di portata diversa, ma con la stessa necessità. Intervenire subito senza attendere troppo per non farsi bruciare. Ecco che Maldini incassa il sì della punta del Liverpool e valuta se affondare.

Pioli e Maldini scambio juventus milan
Pioli e Maldini (©LaPresse)

Anche i bianconeri avrebbero in mano il centrale del Chelsea. Sarebbe un rinforzo di grande livello. Un calciatore che arriverebbe a zero, conosce la Serie A ed ha vinto una Champions da protagonista. In coppia con De Ligt formerebbe il reparto centrale forse migliore d’Europa, ma i tifosi si pongono una domanda. L’eventuale arrivo dell’ex Roma, ora al Chelsea, potrebbe anche essere il preludio dell’addio all’olandese. Allegri si oppone, la Juve non vorrebbe cedere di sicuro De Ligt, ma resta la sensazione che un’offerta di quelle irrinunciabili potrebbe arrivare.

Ecco quindi che ogni occasione diventa una missione e proprio per questo le strade di Maldini e della ‘signora’ si intrecceranno a breve. Le due squadre hanno giocatori che fanno gola agli avversari, che da rivali potrebbero clamorosamente trasformarsi in alleati di calciomercato. Ecco come.

Juventus e Milan, lo scambio si può fare

Max Allegri
Max Allegri (©LaPresse)

Nedved è stato chiaro. Il tempo di lavorare sui rinnovi è arrivato, e poco importa se farlo significa perdere qualche pedina importante. De Sciglio e Cuadrado firmeranno di sicuro, Dybala resta un rebus, e anche Bernardeschi avrà un appuntamento decisivo in sede per valutare il suo futuro. L’intenzione del club è di trattenerlo, ma nulla è scontato. Il Milan infatti in passato ha pensato all’esterno della nazionale e il giocatore è molto gradito a Pioli, che sarebbe ben lieto di abbracciarlo.

Se il toscano fa gola al Milan, c’è un calciatore che potrebbe invece percorrere la tratta opposta. Alessio Romagnoli non è mai uscito dai radar bianconeri, e il suo innesto non è per forza legato all’arrivo di Antonio Rudiger. In un reparto da ristrutturare, in cui Rugani sembra ormai destinato all’addio, Chiellini determinato a continuare ma non in grado di garantire troppe presenze, e Bonucci spesso ai box, potrebbero essere due le pedine da consegnare nelle mani di Allegri. 

Con Rudiger e Romagnoli, entrambi a zero, la Juve avrebbe un reparto solidissimo senza esborsi per i cartellini, ma solo per gli stipendi. Ecco perché il centrale può arrivare, e per lo stesso motivo, con Castillejo in partenza, e un vuoto sulla corsia sinistra d’attacco, Bernardeschi potrebbe incassare la chiamata in arrivo da Maldini. Già nei prossimi giorni entrambi i calciatori incontreranno i rispettivi club. Poi sarà tempo di scelte, che potrebbero anticipare i tempi e rappresentare i primi grandi colpi della prossima stagione.