Separazione consensuale: addio Milan, saluta un senatore

Due piste calde per il calciatore che si separerà quasi certamente dal Milan: avrebbe già in mano le offerte ed è pronto a scegliere la prossima destinazione.

Niente sconti, al Milan si fa come dice Maldini. In casa rossonera i messaggi a calciatori e soprattutto procuratori sono arrivati in maniera nitida, a costo di incassare critiche da parte dei tifosi.

maldini massara milan
Maldini e Massara – Foto LaPresse

Lo è stato per Donnarumma e per Calhanoglu, e lo sarà anche per Kessié, che i media spagnoli individuano come un rinforzo già fatto per il Barcellona. La recente storia rossonera però insegna due cose, ormai chiare. Mantenere in rosa calciatori scontenti e pronti a cambiare aria è un errore, e sostituirli, come nel caso della scelta su Maignan, può rappresentare un vantaggio e non sempre un ostacolo.

In tal senso la stagione attuale sta dando risposte molto positive. Maldini e Massara sanno pescare bene grazie a scout sempre attenti e preparati. La mossa Kalulu, vera risorsa per Pioli, è un esempio lampante, così come la scelta di puntare forte su Giroud. Non sempre spendere significa chiudere l’affare giusto, e allo stesso tempo forzare la mano sui rinnovi, anche a cifre clamorose, non è sinonimo di un affare riuscito. Proprio per questo un altro senatore potrebbe dire addio, e avrebbe già in mano due offerte per cambiare aria. 

Milan, non solo Kessié: un altro calciatore ha le valigie pronte

milan
I calciatori del Milan escono dal tunnel degli spogliatoi (LaPresse)

Valutazioni sul mercato pronte e innesti già nel mirino. Il Milan accorcia i tempi per limitare le spese, ma prima si concentrerà sul capitolo rinnovi. Se per Kessié il discorso sembra già chiuso con un passaggio al Barcellona, su Romagnoli resta ancora aperta una piccola strada. La cifra chiesta dal difensore e dal suo entourage non va incontro alle esigenze del club, deciso quindi ad accettare un eventuale divorzio.

La Juve si è fatta avanti ma ha virato in maniera diretta e incisiva su Rudiger. Ecco quindi che in pole per il forte difensore ci sarebbe la Lazio, alla disperata ricerca di un elemento in grado di alzare il tasso di qualità nella retroguardia. Il derby di ieri è l’ennesima dimostrazione che Sarri non può centrare gli obiettivi chiesti dalla società senza un adeguato ritocco ad una rosa corta, e per questo uno sforzo per accontentare Romagnoli potrebbe essere fatto.

Il centrale arriverebbe a parametro zero e bdovrebbe garantirgli la cifra richiesta in una trattativa che secondo fonti ben informate è stata valutata positivamente dai biancocelesti. Romagnoli intanto attende. L’ok del Milan alle sue richieste chiuderebbe ogni voce ma sembra complicato, e la Juve, difficile da rifiutare, sembra essersi defilata. Resta la Lazio, che è la squadra del cuore del calciatore. Un dettaglio non da poco, che di sicuro gli garantirebbe l’affetto dei nuovi sostenitori oltre che una nuova importante avventura. La strada sembra tracciata e nei prossimi giorni potrebbero emergere nuove interessanti novità.