Porta sistemata in Serie A, Gollini torna in Italia: nuova maglia

Calciomercato Serie A, torna Pierluigi Gollini. L’estremo difensore italiano si aspettava di giocare molto di più nel Tottenham ed invece è rimasto deluso. Adesso però è pronto a fare nuovamente le valigie per ritornare in Italia

Pierluigi Gollini è pronto a ritornare protagonista nel campionato italiano. La sua seconda esperienza in Inghilterra non si è rivelata affatto delle migliori. Adesso per lui lo aspetta un grande club pronto a puntare su di lui anche dopo che ha vissuto un anno difficile con la maglia del Tottenham di Antonio Conte.

Pierluigi Gollini © LaPresse

Serie A, Gollini torna in Italia

Toh, chi si rivede. Dopo solamente un anno (ed anche meno) Pierluigi Gollini è pronto a riabbracciare il nostro paese. L’idea di ritornare in Inghilterra (dove è cresciuto nelle giovanili del Manchester United e poi nella prima squadra dell’Aston Villa) non è stata delle migliori dal punto di vista calcistico. Basti pensare che in Premier League non è sceso in campo neanche una volta visto che le ha giocate tutte, fino ad ora, il suo compagno di squadra Hugo Lloris. Più spazio, invece, in Conference League (considerando anche le qualificazioni), FA Cup e altre coppe inglesi dove di presenze ne ha totalizzate ben 10 subendo 11 reti. Solo in due occasioni è riuscito a mantenere la porta inviolata. E’ chiaro che Antonio Conte non voglia puntare su di lui, così come del fatto che gli stessi ‘Spurs‘ difficilmente lo riscatteranno dall’Atalanta visto che i nerazzurri lo hanno mandato in prestito. Adesso, però, il richiamo della Serie A è troppo forte per non essere sentito e sta seriamente pensando di ritornare. Anche perché c’è una società che è alla ricerca disperata di un estremo difensore per la prossima stagione.

Gollini riabbraccia la Serie A: sarà lui il nuovo portiere

Pierluigi Gollini © LaPresse

Il Torino è alla ricerca disperata di un nuovo portiere. Il fatto di aver puntato su Vanja Milinkovic-Savic, dopo l’addio di Salvatore Sirigu, non ha dato i frutti sperati. Il serbo in questa stagione viene ricordato più per i suoi errori che per le sue parate. Tanto è vero che ad essere promosso titolare è stato Etrit Berisha, ma anche per quanto riguarda l’albanese le cose non sono andate per nulla meglio.

Anche l’ex Spal è finito nel mirino delle critiche per le ultime prestazioni. Ed è per questo motivo che il patron Cairo è pronto a mettere mano al portafoglio ed accontentare le richieste da parte del suo allenatore che lo ha affrontato solo da avversario il classe ’95, ma lo reputa un ottimo calciatore per la sua squadra.