Qualificazioni Mondiali 2026, la notizia che lascia di sasso l’Italia

L’Italia dopo il brusco ko si lecca le ferite ma incassa un’altra brutta notizia relativa alle Qualificazioni per i prossimi Mondiali.

Un gol al 93′ per azzerare le speranze e cancellare i sogni. L’Italia lo ha incassato dalla Macedonia, rendendo di fatto il match con la Turchia una delle partite meno utili nella storia della nazionale.

mancini italia20020328-calciopolis.it
Roberto Mancini (LaPresse)

I dibattiti non sono ancora terminati, ma dopo giorni di accuse e rumors su ribaltoni in panchina e in Federazione, Roberto Mancini sembra aver deciso di voler puntare con forza ai prossimi Europei e alle qualificazioni per il Mondiale del 2026. Si terrà in Messico, Usa e Canada, e avrà una formula che rende ancora più pesante la débacle azzurra con la Macedonia.

Il cambio nel regolamento è stato infatti già stabilito, e saranno 48 le nazionali che prenderanno parte al Mondiale con più squadre della storia. La domanda è quindi lecita. Se tale formula fosse stata scelta e ufficializzata anche per i mondiali del Qatar, gli azzurri si sarebbero qualificati? La risposta probabilmente non farà piacere.

Qualificazioni Mondiali 2022, che smacco per l’Italia!

Roberto Mancini20020329-calciopolis.it
Il Ct Roberto Mancini sotto la pioggia (LaPresse)

In Canada, Usa e Messico, per l’edizione del 2026 del Mondiale, arriveranno ben 48 squadre, con 3 posti in più assegnati all’Europa. Lecito quindi domandarsi cosa sarebbe accaduto se la formula fosse partita già per il torneo in Qatar.

La risposta è semplice, e non è di certo un bel messaggio per Mancini. Ai prossimi giochi si qualificherà infatti solo la prima di ogni girone, e tutte le altre dovranno guadagnarsi il pass giocando i play off. Non sarebbe cambiato nulla quindi per la nazionale, che sarebbe dovuta comunque passare da una semifinale che con la Macedonia ha dato il responso più inatteso e doloroso.

Resta quindi una sola strada. Rifondare, ripartire dai giovani, non pensare alle formule ma a ricompattare un gruppo che in quattro lunghi anni spera di avere nuovi protagonisti per non fallire nuovamente l’appuntamento. Mancini in tal senso sembra aver già iniziando partendo da un obiettivo. Vincere il girone per non rischiare passi falsi, e cancellare 8 anni in cui la gioia dell’Europeo è stata immensa, ma i passi falsi non consentono più errori.