Rottura definitiva con Allegri: ha chiesto la cessione, addio Juve

A lasciare la Juventus al termine della stagione non sarà solo Paulo Dybala. Anche un altro bianconero è prossimo a salutare i bianconeri a causa di alcuni contrasti con Massimiliano Allegri ed il gioco proposto dal tecnico bianconero.

Tra giocare bene e vincere passa una roba che sembra sottile ma non lo è“. Questa è una delle “uscite più celebri di Massimiliano Allegri in risposta alle tante critiche sul gioco della “sua” Juventus di qualche anno fa. Un tema tornato di moda anche in questa stagione nella quale il tecnico bianconero ha dovuto fare i conti con una rosa non molto congeniale al proprio calcio.

Juventus
© LaPresse

Una stagione dai mille volti

Il ritorno di Massimiliano Allegri sulla panchina bianconera dopo una “pausa” durata circa un biennio, lo scorso Maggio, aveva acceso un entusiasmo contagioso nell’ambiente Juventus. I tifosi si sono da subito messi alle spalle le annate contraddistinte dalle guide  tecniche di Sarri e Pirlo che, comunque, hanno portato in dote tre trofei complessivi. L’inizio del campionato, però, è stato molto deludente per la Juventus. L’Allegri bis si aperto con soli due punti in 4 partite. Un rendimento reso ancora più negativo dal contemporaneo addio di Cristiano Ronaldo. Allegri, comunque, in qualche modo è riuscito a riprendere la sua squadra, portandola a ridosso della zona Champions. A Gennaio il mercato ha regalato due arrivi, quello di Zakaria a centrocampo e di Dusan Vlahovic in attacco che hanno cambiato il volto alla rosa bianconera. Il rendimento della squadra piemontese ne ha trovato grande giovamento tanto che la squadra di Allegri sogna, addirittura di poter conquistare lo Scudetto.

Juventus, Arthur ai ferri corti con Allegri: è addio!

In questa cavalcata, però, non tutti i calciatori della rosa bianconera hanno apportato lo stesso contributo alla causa. Come ad esempio Arthur. Il centrocampista classe ’96 ex Barcellona ha preso parte a solo 16 partite del torneo. I minuti giocati sono, in totale, 791, con una media di 49 a partita. Il brasiliano ha giocato gli interi 90′ solo in due occasioni con Spezia ed Empoli. Questo ha causato diversi diverbi tra Allegri ed il giocatore e tutto fa pensare che in estate potrebbe profilarsi un addio, nonostante un contratto che scadrà solo nel 2025. Secondo alcune voci di mercato, il brasiliano sarebbe destinato alla Premier League. L’uscita di Arthur potrebbe essere accompagnata a quella di Rabiot, un altro giocatore che non è entrato stabilmente nelle grazie di Massimiliano Allegri.