Qualificazioni mondiali 2026: Italia, strada già in salita, angoscia azzurra

L’unico modo per andare avanti dopo un fallimento è rialzarsi. Mancini l’ha fatto e pensa la futuro. L’allenatore ha messo nel mirino l’Europeo del 2024 e pensa anche al Mondiale del 2026. Il percorso, però è in salita.

Dopo le lacrime dello scorso 24 Marzo, la Nazionale è chiamata a rialzarsi. A fare, cioè qualcosa per rialzarsi e programmare il futuro. È quello che ha detto, con parole chiarissime, Roberto Mancini, il quale è il primo alla ricerca di riscatto dopo aver mancato la qualificazione a Qatar 2022. Nonostante l’appuntamento più vicino sia Euro 2024, a preoccupare il CT è il Mondiale del 2026.

Italia
©Lapresse

Euro 2024, un titolo da difendere

L‘Italia è alla ricerca di riscatto. Dopo la brutta batosta subita con la gara contro la Macedonia, gli azzurri non possono restare a terra a recriminare. La sensazione è che Roberto Mancini dovrà ripartire da un altro gruppo per poter costruire una squadra in grado di raggiungere la prossima grade manifestazione, ovvero gli Europei del 2024 che saranno organizzati dalla Germania. I prossimi mesi, dunque, saranno fondamentali per la ricostruzione della squadra azzurra con l’inserimento di diversi giovani che potranno dare manforte al CT e che aiutarlo a potare avanti alcune idee tattiche. La squadra, però, dovrà ritrovare quell’entusiasmo che ha caratterizzato Euro 2020. Un ingrediente di sicuro fondamentale da mettere in campo anche per difendere il titolo conquistato la scorsa estate. Questa, forse, è la chiave giusta per poter ripartire dopo una debacle del genere.

Mondiale, la consapevolezza di non poter più sbagliare

Al termine di Euro 2024, poi, cominceranno le qualificazioni ad USA, Messico e Canada 2026. Il Mondiale sarà a 48 squadre, ma quest’ampliamento non garantisce la qualificazione, che dovrà passare ancora una volta per una serratissima qualificazione. Sarebbe delittuoso mancare l’approdo alla kermesse per la terza volta di fila per tutta una serie di motivi. Per una Nazione come la nostra dove si vive di calcio  è inammissibile non prendere parte ad un Mondiale. Sarebbe un po’ come gli USA non si qualificassero per il torneo olimpico di Basket. La mancata qualificazione a Qatar 2022 potrebbe rappresentare una scivolamento dell’Italia in seconda fascia del ranking FIFA. Questo comporterà, quindi un sorteggio molto più complicato per quanto concerne il girone di qualificazione. Un aspetto che metterebbe, di certo, già in salita la strada verso il Mondiale 2026. Mancini, però, non si pone limiti e resta fiducioso. “Per vincere il Mondiale bisogna attendere un po’!”. Così l’allenatore della Nazionale in una delle sue ultime conferenze stampa.