Kean pronto al tradimento: nuova big italiana per lui

La Juve valuta la posizione di Moise Kean che intanto incassa due proposte interessanti: una squadra in pole, le richieste per l’attaccante fioccano.

Il bilancio è magro, così tanto da far riflettere la Juve. Max Allegri non è riuscito a dare fiducia a Moise Kean, chiuso dall’arrivo di Vlahovic e mai centrale nell’idea tattica del tecnico.

Moise Kean
Moise Kean (LaPresse)

Neanche dopo l’infortunio di Chiesa l’attaccante è riuscito a ricavare lo spazio che sperava di avere al ritorno a Torino. Solo 4 gol, una media di 37 minuti a partita, zero assist. Poco per Allegri, soprattutto in un reparto in cui Dybala, Morata e Vlahovic, sembrano essere avanti nelle gerarchie. Il centravanti ex Psg dovrà guadagnarsi una conferma nelle ultime partite che restano da giocare da qui al termine della stagione, ma la sensazione è che nella rivoluzione tattica bianconera, Allegri sia a caccia di altre pedine, e sarebbe pronto a chiedere la conferma di Morata anche a spese di rinunce importanti.

Resta un ostacolo forte nella gestione del futuro di Kean. L’attaccante è legato alla Juve da un altro anno di prestito, ma le offerte non gli mancano, e il suo futuro potrebbe cambiare nella prossima sessione di mercato. Ci sarebbero infatti due squadre pronte ad intervenire, dando una mano indirettamente anche alla Juve.

La formula dell’accordo con il Psg prevede infatti l’obbligo da parte dei bianconeri di riscattare Kean al verificarsi di alcune condizioni, e l’intenzione del club sembra ormai chiara. In caso di offerte la partenza sarebbe quasi scontata, e quelle proposte potrebbero arrivare da due tecnici pronti ad accoglierlo.

Kean e la Juve, amore finito? Due club sul centravanti

Moise Kean in acrobazia – Foto LaPresse

Il calciatore tace, ma la sensazione è che la rottura sia dietro l’angolo. La buona stagione a Parigi è ormai un ricordo sbiadito dopo un anno in bianconero in cui le presenze sono poche. Serve continuità al calciatore, e potrebbe arrivare altrove. Il ritorno anticipato al Psg potrebbe a questo punto essere una soluzione dopo un addio alla Juventus che sembra al momento scontato.

Poi per lui potrebbero nuovamente spalancarsi le porte della Serie A, grazie anche al pressing di due club che potrebbero a breve sondare il calciatore. In passato sia la Roma che il Napoli avevano provato a muovere qualche passo in avanti per valutare l’investimento. Il prezzo del cartellino ha allontanato le pretendenti, ma la soluzione di un prestito per avere un attaccante che ha già calcato palcoscenici importanti potrebbe essere ora una risorsa.

Mourinho avrebbe di fatto un vice Abraham oltre che una pedina molto funzionale al suo gioco. Spalletti una freccia importante al suo arco, soprattutto in una estate in cui il reparto offensivo dei partenopei sarà rivoluzionato dalla partenza di Insigne, dai dubbi su Mertens e dalle valutazioni su Petagna, sempre più deciso a cercare più spazio e minuti altrove.

Ecco perché la Juve attende. Il contratto prevede un altro anno di permanenza dell’ex Everton e Psg in bianconero. Il calciatore però sarebbe pronto a dire addio e i bianconeri risparmierebbero ingaggio e una grossa cifra da versare ai parigini. La situazione è in evoluzione, ma l’impressione è che la nuova avventura di Kean a Torino sia già destinata a chiudersi.