Pazienza finita: Pioli lo fa fuori contro il Torino, va in panchina

Il Milan sente il fiato sul collo da parte delle inseguitrici che si stanno avvicinando sempre di più alla prima posizione in classifica. Il Napoli e l’Inter vogliono rovinare i piani dei rossoneri che adesso rischiano seriamente

Ne è consapevole anche il tecnico Stefano Pioli che, come il resto dei tifosi e della società, non è assolutamente soddisfatto dell’andamento da parte della squadra. Il pareggio casalingo contro il Bologna ha fatto infuriare un bel po’ di sostenitori ed anche lo stesso manager romagnolo che ha deciso di punire un calciatore che non ha risposto come voleva in campo. Per l’atleta è pronta la panchina nella prossima gara in trasferta a Torino

Stefano Pioli © LaPresse

Milan, furia Pioli: pronta la punizione per il calciatore

Come riportato in precedenza, il tecnico Pioli non può essere assolutamente soddisfatto degli ultimi risultati che sta ottenendo il suo team. Con una possibile vittoria contro il Bologna, il ‘Diavolo‘ avrebbe avuto la possibilità di allungare ed invece si vede ridurre sempre di più la distanza con le inseguitrici che non mollano di un centimetro. A partire dalla prossima gara di campionato, in trasferta contro il Torino di Ivan Juric, sono pronte a saltare anche alcune teste. Domenica sera, alle ore 20:45, i granata sono pronti a rovinare i piani di un’altra squadra lombarda. Dopo essersi riusciti con l’Inter (anche se i nerazzurri hanno pareggiato i conti solamente a pochi minuti dal termine), vogliono rifarlo con i rossoneri. Pioli sta già pensando alla formazione che scenderà in campo. Molto probabilmente (anzi, quasi sicuramente) non ci sarà posto per l’attaccante che non sta rendendo come vorrebbe. Stesso discorso vale anche per la società delusa dalle sue prestazioni.

Milan, Pioli mette Messias in panchina: riscatto molto lontano

Junior Messias © LaPresse

Il brasiliano ha avuto la possibilità di mettersi in mostra, dal primo minuto, contro i felsinei ma i risultati non sono stati per nulla sufficienti. Tanto è vero che, poco prima che iniziasse il secondo tempo, l’allenatore lo ha sostituto con Ante Rebic, segno del fatto che in campo è risultato davvero una comparsa. La panchina a Torino è più che sicura.

Come lo è anche il possibile “non” riscatto dal Crotone. Il calciatore non ha convinto appieno la società che è pronta a rispedirla al mittente. Junior Messias, nonostante i suoi cinque gol (tra Serie A e Champions League) in 25 presenze (considerando la Coppa Italia) rientrerà in Calabria dove attenderà una nuova chiamata da parte di qualche club importante.