Arnautovic, sorpresa di Pasqua: dal Bologna allo scudetto: colpo in Serie A

Una stagione sicuramente che Marko Arnautovic difficilmente dimenticherà. Il suo ritorno in Serie A è stato importante e decisivo per quanto riguarda il numero dei gol. Reti pesanti che stanno contribuendo alla lotta salvezza del suo team

Anche nelle ultime ore l’attaccante austriaco ha dimostrato di non essere affatto un calciatore “finito”. Allontanando, così, le voci sul fatto che la sua avventura in Cina è stata solamente di passaggio. La sua voglia di ritornare in Europa era tanta. Ha voluto fortemente andare al Bologna per dimostrare di essere un elemento importante della squadra di Mihajlovic e ci sta riuscendo alla grande a suon di buone prestazioni

Marko Arnautovic © LaPresse

Arnautovic si mette il Bologna sulle spalle

La salvezza del Bologna sta passando, soprattutto per le ottime prestazioni da parte del calciatore austriaco. L’ex attaccante dell’Inter sta risultando decisivo nel gioco di Mihajlovic che punta molto su di lui in questa stagione. Nell’ultima giornata di campionato Arnautovic ha siglato una pesantissima doppietta ed ha consegnato la vittoria alla sua squadra che si trova in una buona posizione di classifica. Soprattutto per il fatto che è lontana dalle zone basse che valgono a dire retrocessione. Mancano ancora sei giornate, ma il calciatore vuole continuare ad aggiornare le sue statistiche. Si tratta del suo primo anno in Italia che gioca come titolare, quando militava nell’Inter del ‘Triplete‘ era considerato una riserva da José Mourinho. Fino a questo momento della stagione (considerando campionato e l’unica gara di Coppa Italia) è sceso in campo 29 volte segnando 12 reti, togliendosi anche la soddisfazione di fornire un assist ad un suo compagno di squadra. Numeri che hanno convinto le due big a puntare forte u di lui in vista della prossima stagione.

Arnautovic, i suoi gol hanno convinto: le big di A bussano alla porta del Bologna

Marko Arnautovic © LaPresse

Le squadre interessate alle prestazioni del calciatore sono essenzialmente due, visto che lo trovano un ottimo rincalzo nel caso in cui uno dei titolari non dovesse risultare al top della forma. Stiamo parlando del Napoli di Luciano Spalletti e proprio della Roma del manager portoghese che lo ritroverebbe nella Capitale. Sicuramente molto più maturo e con molta esperienza alle spalle (visto che ha anche militato in Premier League).

Come riportato in precedenza, però, è considerato una riserva e non un elemento chiave della squadra. Dipenderà da lui cosa fare del suo futuro: continuare a rimanere a Bologna ed essere un elemento fondamentale della società oppure prendere il treno dell’Europa.