Dalla salvezza alla Champions: Joao Pedro cambia maglia in Serie A

Anche per il trequartista italo-brasiliano, Joao Pedro, sta per arrivare il momento tanto desiderato. Dalla salvezza con il Cagliari, il numero 10 dei rossoblù è pronto ad approdare nella squadra che punta in alto, ovvero alla partecipazione alla

prossima edizione della Champions League. Un evento in cui lo stesso atleta non intende assolutamente mancare. Non solo: vuole provare l’ebrezza di giocare in una competizione europea visto che gli manca. Dopo l’infelice esordio contro la Macedonia del Nord, con la maglia azzurra, per il nativo di Ipatinga si stanno per aprire le porte del grande club che lo vuole la prossima estate. Anzi, in realtà si prospetta un vero e proprio derby

Joao Pedro © LaPresse

Joao Pedro: prima la salvezza, poi l’Europa

E’ stato un 2022 comunque da ricordare per Joao Pedro. Nonostante sia arrivato l’esordio (amarissimo) con la Nazionale, il calciatore con i suoi gol e le sue prestazioni sta allontanando sempre di più il Cagliari dalle zone basse della classifica. La situazione non è grave, ma nemmeno così tranquilla visto che i sardi distano solamente sei punti dal terz’ultimo posto che vale a dire la retrocessione in cadetteria. In queste ultime gare lui e la sua squadra cercheranno di ottenere quante più vittorie possibili per conquistare una salvezza che, all’inizio del campionato, sembrava una missione impossibile. Frutto anche dell’ottimo lavoro fornito da Walter Mazzarri che prima ha fatto un po’ di pulizia nella squadra e poi ha fatto giocare chi meritava, ottenendo delle risposte convincenti. Il talento italo-brasiliano vuole concludere, al meglio, questa stagione sportiva per poi concentrarsi sul futuro. Un futuro che sarà sicuramente ancora in Italia, ancora in Serie A, ma con obiettivi diversi dal solito. Non più una squadra che punta alla salvezza, ma in Europa. Quella dei grandi.

Joao Pedro, è derby in Serie A: i due top club se lo contendono

Joao Pedro © LaPresse

Le 34 presenze (considerando anche le due in Coppa Italia), le 12 reti e i 4 assist forniti ai suoi compagni di squadra sono diventati un ottimo biglietto da visita per i due club che sono pronti ad affrontarsi anche nella prossima sessione del calciomercato estivo. Stiamo parlando della Roma e della Lazio che vogliono assicurarsi le prestazioni dell’atleta.

Per il 30enne, dopo anni vissuti in Sardegna, è arrivato il grandissimo momento di fare il salto di qualità tanto atteso. Il patron Giulini è pronto a cedere e salutare il suo capitano, a patto che nelle casse della società arrivi comunque una offerta importante: almeno sui 15 milioni di euro.