Nessuno lo aveva notato: il post partita di Ibrahimovic è una furia

A quanto pare nessuno lo aveva notato alla fine della partita vinta negli ultimi minuti dal Milan contro la Lazio in trasferta: Zlatan Ibrahimovic è letteralmente una furia. Lo si nota con il secondo di Stefano Pioli, ovvero Giacomo Burelli

L’unico che pare non sorridere della vittoria contro la Lazio è uno dei simboli della squadra ed anche il calciatore più anziano. Lo svedese, come potrete notare a breve nel video, non è per nulla soddisfatto e si lamenta con il vice del tecnico per alcune cose. In molti si sono concentrati su Acerbi e i festeggiamenti finali, ma non su quello che ha detto il quarantenne. Una vera e propria furia che nessuno è riuscito a calmare – VIDEO

Zlatan Ibrahimovic © LaPresse

Lazio-Milan, altro che “caso Acerbi”: Ibrahimovic è una furia

Molti di loro, specialmente sui social network, si sono concentrati in merito al ghigno beffardo da parte di Francesco Acerbi. Il centrale della Lazio è finito nel mirino delle critiche da parte dei suoi tifosi e di quelli interisti. Quest’ultimo lo accusano per essersi “spostato” nella partita disputata all’Olimpico e di aver favorito la sua ex squadra con un assist a Zlatan Ibrahimovic (su di lui parleremo un po’ più avanti). Nessuno lo ha perdonato: una marea di insulti (ingiustificati) e commenti contro il campione d’Europa. Anche se non è stata l’unica cosa che si è verificata durante il match. Poco dopo il gol di Tonali, l’attaccante svedese è stato l’unico che non ha festeggiato la vittoria con i suoi compagni e membri dello staff. Come vedrete dal filmato il calciatore si sfoga con il vice di Pioli, Giacomo Burelli, per alcune cose che non ha per nulla digerito. Il tutto è stato rivelato poco dopo. Il centrocampista, autore del gol finale, ha rivelato che il centravanti chiedeva palle più verticali ma il suo desiderio non è stato mai accontentato.

Milan, furia Ibrahimovic: il VIDEO lo dimostra

Come si può notare (ed anche leggere dal labiale) il calciatore non è per nulla soddisfatto. Non è finita qui visto che nel corso della gara ci sono stati dei malumori con Ante Rebic e lo stesso Tonali, per il semplice fatto che non gli arrivavano palloni giocabili e che non riuscivano a mettere il pallone dentro. Il tutto si è risolto nel migliore dei modi per il Milan che adesso crede ancora nello scudetto, ma con un Ibrahimovic a dir poco “furioso”.