Disastro a Madrid e fallimento City: ‘esonerato’ Guardiola

Il viso stravolto dopo la sconfitta del suo City, i dubbi e un futuro da scrivere: i tifosi ‘esonerano’ Pep Guardiola dopo il tonfo in Champions.

Una squadra costruita per vincere e dominare. A suon di milioni, di grandi proclami e soprattutto senza alcun alibi nelle sconfitte.

Pep Guardiola
Pep Guardiola (LaPresse)

Il Manchester City però anche ieri ha mostrato i suoi problemi. Non tecnici per una squadra che ad onor del vero nei 180 minuti con il Real Madrid non avrebbe meritato di uscire dalla Champions. Fra tante azioni costruite, errori clamorosi sotto porta, e interventi pazzeschi di Courtois, ai Citizens è girato tutto male. Ciò che ha colpito però è la differenza di identità fra le due squadre.

Ancelotti ha costruito un gruppo mettendo i tasselli al posto giusto. Ha incassato il rispetto dei calciatori che lo chiamano Carlo e non “mister”, rendendo omaggio ad un tecnico che ha conquistato tutti. Poi la capacità di reagire, emersa ieri in due minuti in cui è cambiata la storia di una competizione e di due club.

I blancos puntano infatti all’ennesimo incredibile traguardo, costruito a ritmo di rimonte e record. Per il City invece sono necessarie riflessioni dopo l’ennesimo tonfo, che per i tifosi non è passato di certo inosservato.

Guardiola ‘esonerato’: i tifosi non hanno dubbi

Guardiola dubbioso - foto LaPresse
Pep Guardiola – foto LaPresse

Un italiano che ha vinto tutto, è entrato nella storia e non ha voglia di fermarsi in una carriera che resterà per sempre unica nel mondo del calcio. Dall’altra parte il tecnico che questo sport l’ha rivoluzionato, fra idee tattiche brillanti, la propensione offensiva e tanto spettacolo. Ha vinto però il maestro Carlo, e il successo del Real, per come è maturato, ha sollevato non pochi dubbi sul percorso di Pep Guardiola, che ora ha solo il campionato per aggiustare una stagione che altrimenti sarebbe un fallimento.

Discutere il tecnico che ha vinto tutto, che offre un calcio spettacolare e che fa incetta di successi sembra un peccato di lesa maestà. Al City però sognano una vittoria in Champions che non arriva, più forse per un difetto di identità vincente che al Real di certo non è mancato in questa edizione della coppa.

Ecco quindi che alcuni tifosi sollevano dubbi su Pep. Per molti sostenitori del City l’avventura dello spagnolo dovrebbe chiudersi, e in Inghilterra si apre un dibattito acceso fra chi lo difende per via delle vittorie e del calcio spettacolare e chi invece reputa la sconfitta col Real la testimonianza che i campioni e il calcio offensivo non sono tutto.

Esonerare Guardiola sembrerebbe un passo azzardato, eppure in tanti chiedono alla proprietà di riflettere sul futuro del City. Sarebbe una svolta epocale per un club che che ora spera di vincere il titolo. Un passaggio fondamentale, contro un Liverpool che attendeva il Manchester per un derby inglese anche in Champions, e che invece si troverà al cospetto della squadra dei miracoli, e di un tecnico italiano capace di mettere in discussione Guardiola. E anche questa è un’altra grande impresa.