CT Italia, la decisione è presa: via Mancini, già scelto il sostituto

Roberto Mancini ha scelto di restare sulla panchina dell’Italia ma c’è un nome che stuzzica tutti. I tifosi lo invocano sui social.

Dal tonfo con la Macedonia alla conferma di Mancini il passo è stato breve. Lo hanno scandito le scuse e i silenzi.

Roberto Mancini, allenatore della nazionale
Roberto Mancini, allenatore della nazionale (LaPresse)

Poi gli annunci della Federazione sulla volontà di puntare su un tecnico che ha vinto gli Europei, vero snodo della sua carriera e forse anche l’unica ragione per cui il cambio in panchina non è arrivato al termine del fallimento alle qualificazioni mondiali.

Per molti la scelta è stata giusta e coerente. Sia nel mondo del calcio che fra alcuni tifosi, fermamente convinti che non ci sia al momento sul mercato un tecnico in grado di prendere le redini del gruppo e soprattutto che non tutte le colpe sono da attribuire a Mancini.

C’è però una parte dei tifosi italiani che vorrebbe un cambio imminente, e alla luce di ciò che sta accadendo in questo finale di stagione, il nome di un possibile sostituto non sarebbe di sicuro una sorpresa, ma di sicuro una certezza che presto o tardi sarà presa in considerazione dalla Federazione.

Mancini e l’Italia: i tifosi chiedono il cambio in panchina

Roberto Mancini
Roberto Mancini © LaPresse

La delusione ha lasciato spazio al dibattito aperto fra chi reputa ancora Mancini l’uomo giusto per la nazionale e chi invoca la svolta. Troppo dura da digerire l’ennesima eliminazione, divisa nelle colpe fra tecnico e squadra. C’è però un nome che torna con prepotenza di moda, e non potrebbe essere altrimenti.

I successi di Carlo Ancelotti, e soprattutto la sua capacità di dare spirito, identità e carattere al Real Madrid, spingono i tifosi azzurri a fare il suo nome per cambiare il corso della storia in nazionale. Dopo il successo con il Manchester City, maturato più grazie al carattere che ad altri fattori, in tanti sui social hanno fatto notare questo aspetto, che forse fra i tanti fattori è quello mancato maggiormente agli azzurri.

“Carlo subito” e ancora “Cosa state aspettando ad affidargli la nazionale”, ma anche un chiaro “Lo merita”, sono i messaggi che arrivano da Twitter a valanga. Un modo per riaffermare che nelle vittorie del Real Madrid c’è di sicuro la mano di un tecnico che ha fatto la storia, ed è italiano. Un dato che stride di sicuro se si analizza il percorso della nazionale, e che spinge i tifosi a cercare una nuova strada, un progetto che possa riportare l’Italia al Mondiale.

Restano però i dubbi. Innanzitutto legati alla voglia di Ancelotti di allenare ancora i club, e poi al percorso di Mancini, non di certo l’unico colpevole del disastro azzurro. Un altro aspetto però è altrettanto evidente. Che il tecnico dei record, l’uomo delle 5 finali, non sia preso in considerazione per la panchina azzurra, è una contraddizione così palese da meritare una riflessione. E i vertici del calcio italiano, presto o tardi analizzeranno adeguatamente questa possibilità.