“Vattene dal Milan, imbarazzante”: terremoto rossonero dopo Verona

I tifosi del Milan sarebbero stufi delle prestazioni del calciatore: sui social arrivano insulti e l’invito a cambiare immediatamente aria.

Solo buone notizie. Dal campo, dalla classifica, da una squadra che è vicinissima allo scudetto. Dando un’occhiata alle prime parole di Maldini da dirigente, nel 2018, si evince il grande percorso effettuato dai rossoneri.

tifosi milan
I supporters del Milan (LaPresse)

L’ex campione ribadiva l’importanza di mettere il nome del club e l’attaccamento al Milan al centro del progetto, senza guardare in faccia a nessuno. Un obiettivo che non cambierà in base al risultato di questa stagione, perché in qualche modo è stato già raggiunto.

Il Milan ha infatti saputo rispondere con un mercato intelligente agli addii pesanti di quei calciatori partiti a zero. Li ha lasciati andare senza rimpianti, li ha rimpiazzati con elementi che invece stanno dando molto al Milan, e intende proseguire in questa strada, certamente vincente. Anche i tifosi sono convinti da questa strategia, e in tal senso hanno mostrato tutto il disappunto per un elemento di Pioli.

Milan, i tifosi sono stufi: “Vattene”

Verona milan
Un contrasto aereo durante Verona-Milan (LaPresse)

La telenovela sembra pronta a chiudersi, ma i tifosi vorrebbero anticipare i tempi. In una rosa che si muove come un’orchestra domandata dall’impeccabile maestro Pioli, c’è qualcuno che stona, ed è abbastanza evidente. Si tratta di Frank Kessié, che ha avuto un rendimento in costante calo ed è passato quasi da pedina imprescindibile a calciatore al quale rinunciare.

Colpa forse di una trattativa che ha tenuto banco sui tabloid sportivi di tutta Europa, e che si è chiusa con il passaggio al Barcellona chiacchieratissimo. Pioli non ha rinunciato all’ivoriano, lo ha tenuto in campo, ma spesso la risposta non è state del tutto convincente. In un Milan che vince Kessié è sembrato a volte spaesato, e pur senza cancellare le grandi prestazioni e la continuità mostrata in passato, il momento dell’addio è maturo.

Ai tifosi non sono sfuggite alcune prove opache del calciatore, e dopo il match con il Verona hanno invaso i social di commenti negativi. Dal “vattene subito”, ad un palese “giochiamo da diverse partite in 10”, fino al “Kessiè è già da mesi con la testa al Barcellona”, i commenti si moltiplicano.

La storia sembra chiusa ma un dato è da sottolineare. Quei calciatori partiti in passato a zero sono stati al centro delle polemiche che i tifosi hanno sollevato anche contro la società. Per Kessié invece il discorso cambia, perché i sostenitori si fidano del lavoro del club, capace di di convincere proprio tutti.