Esodo Milan, ultima a San Siro per molti: salutano in cinque

Una festa per tutti, ma anche la malinconia per alcuni calciatori: contro l’Atalanta in molti hanno salutato i tifosi.

Due reti, l’esultanza e poi l’abbraccio del pubblico. Contro l’Atalanta il Milan ha fatto i conti con l’ostacolo più difficile e lo ha brillantemente superato.

Maldini Milan
Paolo Maldini (LaPresse)

Merito delle intuizioni del tecnico e di una serie di calciatori cresciuti sotto molti aspetti nell’esperienza di Pioli. L’allenatore è riuscito a ricostruire la difesa dopo il ko di Kjaer e il caos relativo al mancato rinnovo di Romagnoli. Ha lanciato Kalulu, trasformato Leao e Tonali. Tante notizie positive, che danno forza al suo lavoro ma anche a quello di Maldini e Massara.

Il Milan ha saputo scegliere, ed ha i mezzi per alimentare la qualità della squadra sul mercato. Prima però bisogna cedere per aumentare il budget e fiondarsi sulle trattative con un buon bottino da reinvestire. In tal senso sarebbero 5 al momento i calciatori pronti a dire addio, per una rivoluzione che ha il solo obiettivo di far crescere il valore della rosa.

Milan, in 5 pronti all’addio

Pioli
Pioli e il Milan hanno già gettato le basi per il prossimo mercato (LaPresse)

Romagnoli ha deciso, e dopo Kessié, saluterà anche lui. Il Milan non ricaverà grosse risorse da due elementi che andranno via dopo la naturale scadenza del contratto, ma risparmierà e non poco sugli stipendi di due calciatori importanti. Sarebbero però altri tre i calciatori che non hanno del tutto rispettato le aspettative e potrebbero quindi salutare.

Su tutti Brahim Diaz. Il gioco di Pioli impone la presenza di un elemento sulla trequarti in grado di dare sostanza al centrocampo facendo da raccordo con l’attacco, e in tal senso il talento del Real dopo una buona partenza ha fatto registrare un calo nelle prestazioni. Il Milan avrebbe deciso di non rinnovare il prestito, e lo stesso discorso potrebbe valere per Messias.

Niente riscatto per l’ex Crotone, destinato a tornare al suo club per poi essere al centro di trattative nuovamente in Serie A. Decisione presa già anche per Bakayoko. Il Milan lo ha strappato ad una nutrica concorrenza e fortemente voluto, ma il calciatore non ha trovato spazio in un centrocampo che con Tonali e Bennacer grandi protagonisti, e Krunic sempre affidabile, sarà oggetto di ritocco. Maldini e Massara hanno quindi avviato i colloqui prima di un mercato che per i tifosi rossoneri potrebbe portare grandi novità anche in entrata.