Niente rinnovo per due: doppio addio a zero in casa Juve

Scelta fatta, i 2 saluteranno la Juventus al termine della stagione: per loro non ci sono più margini per un rinnovo last minute. 

Dirigenza della Juventus che ha già fatto capire ad alcuni diretti interessati che i loro rispettivi contratti non verranno rinnovati. Nonostante il mercato rivoluzionario, la Juventus stenta a decollare, con il “nuovo” infortunio di Pogba che cambia i piani di Max Allegri.

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus
Massimiliano Allegri © LaPresse

Nel frattempo, in questo inizio di stagione, la Juventus di Max Allegri continua a faticare  soprattutto a livello di gioco. Nonostante la discreta prova in Champions, i bianconeri perdono 2-1 contro un PSG a dir poco sprecone. La dirigenza non può che essere delusa, dato che gli obiettivi sono ben altri. Allegri ha il compito di riportare a Torino lo scudetto dopo due stagioni deludenti, mentre in Champions, i bianconeri puntano almeno ad arrivare fino ai quarti di finale. Quanto al mercato ed alle ultime novità che ha portato, i bianconeri si è mosso in maniera diversa rispetto agli scorsi anni. Fin qui però, Allegri non è riuscito a migliorare in termini di quantità e qualità la sua squadra. Lo dimostrano le prime giornate di campionato, dove soprattutto i tifosi sono stanchi di vedere una Juventus con un atteggiamento rinunciatario. Una vera rivoluzione da parte della dirigenza bianconera. Cambiata la strategia di mercato, Allegri è stato accontentato in tutte le sue richieste e, come si è visto anche sul campo, i nuovi elementi della rosa bianconera iniziano a lavorare a pieno regime.

Juventus, in due salutano Torino a fine stagione: via a parametro zero

Se Arek Milik, tra tutti i nuovi, è quello che maggiormente ha inciso di più, non si può di certo dire la stessa cosa per i “vecchi”. Nelle prossime settimane, anche Paredes e Kostic troveranno la loro forma migliore, mentre Bremer è già diventato un punto fermo della rosa bianconera. Una Juventus “rinnovata” sotto tutti i punti di vista, anche se la dirigenza non ha finito qui il proprio lavoro. Rabiot ed Alex Sandro saluteranno la compagine bianconera al termine della stagione. Per loro, non ci sono margini per un rinnovo di contratto, soprattutto per il brasiliano, grandissima delusione in queste ultime annate.

Alex Sandro, terzino sinistro della Juventus
Alex Sandro © LaPresse

L’affare Cambiaso (girato poi in prestito al Bologna) ed il prestito di Luca Pellegrini all’Eintracht, sono mosse di mercato lungimiranti. I 2 terzini italiani prenderanno il posto di Alex Sandro. Il terzino brasiliano non rinnoverà con la Juventus, andando così in scadenza di contratto per poi cercare una nuova squadra da “free agent”. Stessa sorte anche Rabiot, mai entrato nelle grazie di staff e tifosi. Il francese non ha mai convinto fino in fondo e, considerando i 7 milioni di euro netti a stagione, in molti pensavano che il suo rendimento sarebbe stato alto. Juventus dunque che lavora già in ottica 2023, con la dirigenza che pronta ad un’altra rivoluzione nel caso in cui, sul campo, i risultati non dovessero essere positivi.