“Non vogliamo Mourinho, la Roma è disorganizzata”: che attacco

Duro attacco all’allenatore della Roma: “Questo calcio non piace, fa soffrire troppo, i giallorossi sono una squadra senza un gioco”. 

Il dibattito è aperto. Mourinho non è riuscito a dare una vera e propria identità alla Roma, che anche contro il Milan, nonostante la rocambolesca rimonta, ha mostrato i suoi limiti in campo.

José Mourinho (AnsaFoto)
José Mourinho (AnsaFoto)

Il pareggio maturato nel finale è frutto più della voglia della squadra di non perdere la partita che di una vera e propria svolta, che almeno fino ad ora, in questa stagione, non si è vista. Ciò nonostante Mourinho è accostato alla panchina di due squadre nazionali. Il Portogallo ha chiuso il capitolo con la scelta, mentre proseguono le voci su una possibile chiamata da parte del Brasile. Il concetto è chiaro, ed è forse la vera chiave che da un lato pone lo Special One nel mirino della critica, mentre dall’altro lo rende un tecnico molto ambito.

Molti club cercano infatti di dare alla squadra un gioco solido, vincente, meno improntato sullo spettacolo e più sul pragmatismo e sulla voglia di portare a casa i successi. Nelle competizioni brevi infatti Mourinho ha dimostrato di essere maestro nella gestione dei tornei, ma su un suo possibile contatto con la nazionale verdeoro arriva un parere negativo.

“Mourinho non è adatto, ecco chi vorrei al suo posto”

Mourinho Roma
Mourinho (©LaPresse)

In una intervista su TvPlay, il giornalista Pato Moure ha detto la sua sulla possibilità di una stretta di mano fra la federazione brasiliana e il tecnico attualmente alla Roma. Le possibilità sembrano essere poche, anche alla luce della volontà del club giallorosso di porre un freno a questo tipo di voci, ma in Brasile le notizie vanno in una direzione diversa.

Per Pato Moure, però, lo Special One non sarebbe l’uomo adatto. “La maggior parte delle notizie che arrivano in patria – ha ammesso – arrivano dall’Europa. Per la panchina del Brasile si è parlato di Ancelotti, di Guardiola e anche di Abel Ferreira del Palmeiras, ma di Mourinho si è parlato poco”. Moura svela i motivi. “Di vero c’è che la federazione sembra convinta dalla scelta di selezionare un commissario tecnico che venga fuori dalla nazione, ma su Mourinho una una mia opinione”.

Pato Moura la spiega senza fronzoli. “Il calcio che propone alla Roma non mi piace, mi fa soffrire troppo, e i giallorossi sono una squadra disorganizzata e senza un gioco. Mi piacerebbe Ancelotti, sotto il profilo della capacità di far giocare le squadre mi sembra superiore a Mourinho”.