Serie A, Sampdoria-Genoa: tutte le curiosità sul Derby della Lanterna

Serie A, Sampdoria-Genoa: tutte le curiosità da sapere sul Derby della Lanterna
Sampdoria-Genoa

Serie A, Sampdoria-Genoa. Tutte le curiosità sul Derby della Lanterna, dalla prima sfida all’unica tripletta passando per De André.

Il derby di Genova è una sfida da piccolo mondo antico. Illumina una città che si vede solo dal mare, che resiste dentro il villaggio globale.

Dopo essere rimasta imbattuta nelle sette sfide precedenti contro il Genoa in Serie A, la Sampdoria ha perso l’ultimo derby dello scorso luglio. I doriani non subiscono due KO di fila contro i rossoblù nel massimo torneo da maggio 2011.

Come iniziò la storia del derby della Lanterna

Il derby, nei suoi mille volti, nei suoi colori traduce le passioni universali eppure qui speciali più che altrove. Al primo derby fra il Genoa e la neonata Sampdoria assiste anche il presidente della Repubblica Enrico Di Nicola tra i 45 mila spettatori per il primo derby tra il Genoa e la neonata Samporia. Non c’è storia, i blucerchiati trionfano 3-0: segnano Baldini, Frugali e Fiorini.

Baldini, detto Pinella, è il primo sampdoriano ad essere convocato in Nazionale. Nei derby ha segnato con tre maglie diverse: l’Andrea Doria, la Sampdoria e il Genoa. Andrà a segno su rigore il 3 dicembre 1950, che se i rossoblù perderanno 2-1.

Leggi anche – Lockdown in Inghilterra, la Premier League non si ferma: cosa cambia

Serie A, Sampdoria-Genoa: il tifoso De André

Alla fine del primo derby, Baldini riceve i complimenti di un avversario, l’attaccante argentino del Genoa Verdeal. Amatissimo dai tifosi, 31 gol all’attivo in 98 partite di serie A, Verdeal è in campo il 5 gennaio 1947 quando il Genoa sfida il Grande Torino e cambia il colore del quarto d’ora granata. Nel finale i rossoblù rimontano da 0-3 a 2-3 e Verdeal alla fine colpisce il palo: va a centimetri dal pareggio. Sugli spalti c’è un bambino che il padre ha accompagnato per la prima volta allo stadio e che da quel giorno si innamora del calcio e del Genoa. Si chiama Fabrizio De André.

De André avrà un altro grande idolo negli anni a venire, Giulio Cesare Abbadie che ha servito tre assist nel memorabile 3-1 alla Samp nella gara di ritorno del campionato 1956-57.

Serie A, l’unica tripletta nel Derby della Lanterna

Abbadie ha servito tre assist, ma un solo giocatore ha segnato tre gol in un derby della Lanterna. Succede il 3 maggio 2009. Il Genoa non batteva la Samp con più di un gol di scarto proprio da quel 1957. La sfida la decide il Principe Milito: è sua l’unica tripletta nella storia del derby. Quattordici le doppiette: Bassetto, Conti, Cucchiaroni, Da Silva, Montella, Skoglund e Soriano per la Sampdoria; Briaschi, Damiani, Di Pietro, Nappi, Pavoletti e Suso per il Genoa.

Il 22 aprile 1951 si è giocatto un derby tristemente ricordato dai tifosi del Genoa. L’argentino Sabbatella segna il gol vittoria della Samp, che si impone 3-2 e manda i Grifoni in Serie B. La vendetta si consuma 22 anni dopo, il 13 marzo 1977. Pruzzo sbaglia un rigore ma si fa perdonare con un colpo di testa da cartolina che mette le basi per la retrocessione della Sampdoria.

Leggi anche – Reggiana, 29 casi di Covid: niente trasferta con la Salernitana, cosa rischia