Fiorentina, Procura Federale apre un’indagine: violato l’isolamento

Cinque calciatori della Fiorentina hanno rotto la bolla imposta dall’ASL per giocare con le proprie Nazionali: aperta un’indagine da parte della Procura Federale della FIGC. 

La scorsa settimana Callejon è stato trovato positivo ai tamponi. Per questa ragione, l’Asl di riferimento della Fiorentina ha disposto l’isolamento fiduciario dell’intero gruppo squadra. Tuttavia, al termine della settima giornata di campionato, alcuni calciatori sono stati convocati dalla propria Nazionale e, senza il consenso dell’azienda sanitaria locale, hanno rotto la bolla.

Un caso analogo, è successo proprio un mese fa durante la sosta con protagonista la Juventus. E come in quel caso, la FIGC ha aperto un fascicolo per chiarire la posizione della società a riguardo.

Potrebbe interessarti anche >>> Lazio, caso tamponi: la Guardia di Finanza indaga ad Avellino

Fiorentina, Procura Federale apre fascicolo: 5 calciatori rompono la bolla senza autorizzazione ASL

fiorentina procura federale bolla asl
i calciatori della Fiorentina (GettyImages)

I calciatori che hanno lasciato Firenze senza l’autorizzazione dell’ASL sono cinque: Vlahovic, Milenkovic, Caceres, Martinez Quarta e Ambrabat. I giocatori della Fiorentina hanno raggiunto il raduno delle proprie Nazionali. Così facendo, hanno rotto l’isolamento fiduciario e hanno messo in difficoltà la società Viola.

Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, la Procura Federale ha aperto un fascicolo, ma sarebbe stata lo stesso club ad aver segnalato il caso alla FIGC.

Potrebbe interessarti anche >>> Serie A, rimborsi abbonamenti: l’Antitrust segnala nove club