Tuchel, il vice attacca il PSG dopo l’esonero: che stoccata a Leonardo

tuchel esonero psg leonardo
Nasser al-Khelaïfi e Leonardo (GettyImages)

Il PSG ha esonerato Tuchel, sostituendolo con Pochettino: il vice dell’allenatore tedesco ha svelato i motivi della decisione del club e ha attaccato duramente Leonardo. 

Il PSG ha da poco annunciato e presentato il nuovo allenatore. Il club parigino si è affidato a Pochettino, il quale avrà il compito di conquistare il campionato e portare fino in fondo la squadra alla vittoria della Champions League.

Un’impresa quasi riuscita a Thomas Tuchel, il quale ad agosto ha raggiunto la finale della competizione europea più ambita, ma si è dovuto arrendere alla corazzata del Bayern Monaco. Con la fine della scorsa stagione, si è rotto il rapporto tra dirigenza e staff tecnico. Dunque, poco prima di Natale, il Paris Saint-Germain ha deciso di esonerare l’allenatore e i suoi collaboratori. Ma il vice di Tuchel non ci sta e attacca la società.

Potrebbe interessarti anche >>> Old Firm, i Rangers battono il Celtic in una data speciale…

PSG, il vice di Tuchel attacca Leonardo: “Esonero incomprensibile”

Tuchel e il suo vice allenatore Low(GettyImages)

L’ex primo allenatore del club parigino non ha ancora espresso un suo parere. Invece, il suo vice Zsolt Low ha spiegato i motivi e le scelte della dirigenza, pur non condividendole. “Siamo rimasti sorpresi che dopo la grande vittoria per 4-0 contro lo Strasburgo, Leonardo abbia detto a Tuchel che non avrebbe più contato su di lui – spiega l’assistente del tecnico tedesco a Nemzeti Sport – Abbiamo affrontato difficoltà, siamo arrivati in finale di Champions, ci siamo qualificato agli ottavi quest’anno: la decisione dell’esonero la trovo incomprensibile“.

Inoltre, Low attacca il dirigente brasiliano per non aver accontentato le scelte di mercato di Tuchel: “La finestra estiva non è andata come volevamo. Le varie partenze di calciatori importanti (Thiago Silva, Cavani, Meunier ndr) non sono state rimpiazzate“. E infine, l’assistente dell’ex allenatore del PSG ha attaccato Leonardo: “Si sono create tensioni tra dirigenza e staff a causa di differenti obiettivi e punti di vista. Siamo onesto, il rapporto non poteva proseguire a lungo“.