Morata ritrova il sorriso in Serie A: assist-man ideale di Cristiano Ronaldo

calciopolis
CalcioPolis.it

Alvaro Morata sta sorprendendo tutti per le prestazioni offerte in campo: il passato è alle spalle, ora diventa il compagno ideale di Cristiano Ronaldo.

Sfumato l’affare Luis Suarez, la scorsa estate la Juventus si è fiondata su Alvaro Morata, in modo da poter liberare uno slot ai Colchoneros che hanno acquistato il Pistolero. Nessuno potrà mai sapere come sarebbe andata l’esperienza dell’attaccante uruguayano, ma di certo lo spagnolo non sta deludendo. Anzi, il suo rendimento è molto alto, ben al di sopra delle aspettative.

Morata non ha brillato con la maglia dell’Atletico Madrid, tanto meno con quella del Chelsea qualche stagione fa. Insomma, sembrava un attaccante già in fase di declino ad appena 28 anni. Invece, l’aria italiana gli ha fatto davvero bene, visti i gol stagionali e gli assist forniti ai propri compagni.

Leggi anche >>> Atalanta-Torino, Belotti segna e stupisce: gran gesto durante il match

Morata, non solo bomber: 6 assist in Serie A, 4 a Cristiano Ronaldo

Alvaro Morata

Alvaro ha chiuso l’esperienza madrilena con appena 16 gol in stagione, contando le diverse competizioni. Cominciò bene, poi con la ripresa del campionato in estate mise a segno appena 4 reti. Non meglio nella stagione ancora precedente, quando lasciò il Chelsea per approdare all’Atletico: 15 gol con due squadre diverse. Insomma, poca roba per un centravanti.

Al momento è a quota 13, con praticamente tutto un girone di ritorno da giocare più gli altri tornei ancora in ballo. Può facilmente raggiungere e superare i record personali fatti negli scorsi due anni. Inoltre, Morata ricopre un ruolo importante nell’attacco della Juventus, poiché ha fornito ben 6 assist in Serie A – secondo le statistiche ufficiali  risultando tra i migliori del campionato. Di questi sei, ben quattro sono stati forniti a Cristiano Ronaldo. Alvaro è l’attaccante ideale per il portoghese. Non occupa spesso l’area di rigore, ma gioca fuori per aiutare proprio CR7 o i suoi compagni sulla trequarti. Si è adattato alle richieste di Pirlo e sta conquistando un posto in primo piano nelle gerarchie di squadra. Una rinascita dopo le esperienze non esaltanti in Liga e in Premier League.