Mondiale per club, sceicco non saluta l’arbitro donna: è scandalo – Video

arbitro donna sceicco
arbitro e assistenti donne al Mondiale per club (gettyimages)

In fase di premiazione le ufficiali di gara non hanno ricevuto il saluto dello sceicco presente al fianco del presidente FIFA Infantino: scoppia lo scandalo sui social. 

Il Mondiale per club svolto in Qatar è stato vinto dal Bayern Monaco. E’ stato un successo sotto tanti punti di vista. Innanzitutto, il Tigres si è rivelato sorpresa del torneo ed è stata la prima squadra della CONCACAF – federazione del Nord e Centro America – a disputare una finale della rassegna iridata. Inoltre, l’edizione di quest’anno, ha visto la partecipazione di tre donne tra gli ufficiali di gara.

La terna tutta al femminile composta da Edina Alves, Neuza Beck e Mariana de Almeida è entrata in scena nella gara valida per il 5° e 6° posto: la partita Ulsan-Al Duhail. Alla fine della competizione, il presidente della FIFA Gianni Infantino ha premiato sul campo tutti gli arbitri, accompagnato dallo sceicco Joaan bin Hamad Al Thani. Ma proprio quest’ultimo è finito al centro di una bufera mediatica.

Leggi anche >>> Gattuso e i baffi come Buzzanca: chi è il personaggio citato da Ringhio

Mondiale per club, sceicco non dà la mano all’arbitro donna: il video

mondiale per club
Edina Alves, arbitro in Ulsan-Al Duhail

Nelle fasi conclusive della Coppa del Mondo per club, i direttori di gara si sono accodati per ricevere la medaglia e i saluti del presidente FIFA e dello sceicco qatariano. Infantino, mentre ha consegnato i riconoscimenti alle donne, si è intrattenuto qualche secondo in più. Successivamente, le ufficiali di gara hanno proseguito la passerella ma non hanno ricevuto il saluto dello sceicco, che invece agli uomini riservava la propria mano.

Probabilmente, il numero uno del calcio mondiale avrebbe avvertito in quegli istanti le direttrici di gara di non allungare la mano verso l’emiro. Forse, a causa delle religioni vigenti in Qatar, il saluto sarebbe vietato. Tuttavia, il comportamento è stato ritenuto offensivo ed arcaico dagli utenti sui social. Il Paese ospiterà la competizione più importante a livello calcistico il prossimo anno e altre scene come questa potrebbero suscitare parecchia indignazione.