Cellino ne combina un’altra: cos’ha fatto stavolta l’istrionico presidente

Massimo Cellino
Massimo Cellino (Getty Images)

In Brescia-Cremonese 1-2, la vittoria degli ospiti passa in secondo piano. Infatti, a prendersi la scena è il presidente Cellino

La lotta per la salvezza in Serie B ha molte partecipanti, e nella 24 giornata, è andata in scena lo scontro salvezza tra Brescia e Cremonese, vinto da quest’ultima. Ma a tener banco, e a far sorridere, ci ha pensato l’istrionico presidente del Brescia, Massimo Cellino.

Dopo l’espulsione del suo allenatore, il presidente è sceso in campo al fianco del vice, per dare indicazioni ed incitare i ragazzi; un atteggiamento servito a poco, visto che la sua squadra ha perso per 2-1.

Adesso per il Brescia, le cose si fanno più difficili, perché proprio la Cremonese ha raggiunto con la vittoria nel derby lombardo i rivali, rendendo la classifica più corta. Non un bene per un Brescia partito per ritornare subito in A, dopo la retrocessione della scorsa stagione.

Leggi anche >>> Milan-Inter fuori dal campo: sfida tra wags

Leggi anche >>> La Lazio si gode Luis Alberto

Cellino, il presidente allenatore

Massimo Cellino ha provato a dare la carica ai suoi giocatori, ma non è riuscito a trasmetterla in modo giusto. Ma certamente, ha realizzato il sogno di tanti suoi colleghi, che nel corso degli anni hanno cercato di suggerire le mosse al proprio allenatore.

Uno su tutti Berlusconi ai tempi del Milan di Ancelotti, che per accontentarlo schierava Kakà in attacco come punta, nella lista dei convocati, anziché a centrocampo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da massimo Cellino (@massimo_cellino)

Cellino non è certo Berlusconi, e non ha conquistato gli stessi successi; molto criticato in passato da presidente del Cagliari, anche a Brescia il suo operato lascia perplessi. Proprio a inizio febbraio, i tifosi sono andati sotto la sede del club a contestargli il mercato di gennaio.

Cellino è sempre stato un presidente sui generis, che ha regalato tanti momenti esilaranti ma qui siamo di fronte ad un unicum, che fa sorridere ma mostra anche la voglia del presidente di stare accanto alla sua squadra.