Italiano prepara lo Spezia: pronta la tenaglia tattica all’Atalanta di Gasperini

Italiano con uno Spezia sornione contro l’Atalanta di Gasperini. Prevista una battaglia tattica.

A volte ritornano. Per l’Atalanta la sfida contro lo Spezia può diventare un crocevia importante ma anche un piccolo tabù da infrangere. Ai bergamaschi la sfida serve sicuramente per la lotta al quarto posto, ma lo 0-0 dell’andata è uno spauracchio da far passare. E in questo, lo Spezia può sicuramente rivalersi e farsi forza.

La squadra allenata da Vincenzo Italiano in questo campionato ha fatto soffrire tutte le grandi. E l’Atalanta, che grande ormai lo è, non è sfuggita a questa regola. Il pareggio a reti bianche dell’andata è stato un colpaccio dello Spezia che, ovviamente, ha sofferto le iniziative e gli attacchi bergamaschi, vanificati da Provedel e da una difesa che ha retto l’urto.

In vista Champions League, Gasperini sa che dovrà fare intanto una rotazione degli uomini. La sfida di Madrid (1-0 per i blancos all’andata) ha la sfida dell’impresa, ma non impossibile. E, proprio per questo, c’è da capire che tipo di Atalanta andrà in campo, almeno negli uomini. Considerando che il gioco non si discosterà molto rispetto agli interpreti, probabilmente Malinovsky, Miranchuk e Caldara saranno della contesa, così come a centrocampo Gosens e Mahele si alterneranno sulle fasce. Idem per Zapata e Muriel, anche se quest’ultimo sembra più propenso ad aver un maggior minutaggio

Italiano e la variante tattica

Zapata dell'Atalanta contro Erlic dello Spezia (Getty images)
Zapata dell’Atalanta…ipnotizzato da Erlic difensore dello Spezia (Getty images(

Qualunque sia l’undici iniziale di Gasperini, Italiano sa bene dove andare a coprire le zone del campo. Non è un caso che gli spezzini abbiano raccolto risultati di prestigio, proprio per la preparazione e cura capillare che usa il tecnico in ogni match. Contro il Milan, nell’ultima vittoria dei bianconeri, la perfezione tattica nell’imbrigliare intanto Ibrahimovic promuovendo poi una fitta rete di passaggi, come nell’occasione del primo gol di Maggiore, o schemi consolidati come nel raddoppio di Bastoni.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Ecco il giocatore dello Spezia pagato… come un cellulare 

Proprio nei suoi uomini di punta fa affidamento lo Spezia. La crescita di Maggiore è stata costante, rivelandosi uno dei mediani più promettenti del campionato, cresciuto soprattutto nella visuale di porta. Al contempo, la difesa multitasking ha garantito comunque una buona solidità, anche chi era riserva in Serie B si è ritagliato uno spazio importante nella massima serie.

In attacco, Nzola e Gyasi potrebbero alternarsi da prima punta, così come Verde appare sicuro di un posto dall’inizio, a svariare sul fronte offensivo, nell’attesa di un Saponara più incisivo. Proprio le notevoli disposizioni di Italiano vanno monitorate, l’Atalanta all’andata soffrì moltissimo le chiusure centrali nonché il blocco organico sulle fasce.

Proprio in questo sta l’analisi dello Spezia, che a 26 punti si sta giocando più che degnamente la permanenza in Serie A. E proprio come l’Atalanta, ha abbondato nelle formazioni e nelle scelte degli uomini: entrambe le squadre hanno schierato sinora più di trenta giocatori in campionato.