Atletico, crisi in Champions e in Liga: Simeone resta?

simeone atletico
Diego Simeone allenatore Atletico (Getty Images)

L’Atletico di Simeone è uscito dalla Champions contro il Chelsea, mostrando una volta di più, l’inutilità del proprio gioco difensivo in Europa.

Gli ottavi di Champions League hanno regalato poche sorprese e molte certezze, con solo la vittoria del Porto sulla Juventus a portare una novità per i quarti. Uno dei film già visti, in particolare, è andato in onda tra Chelsea e Atletico Madrid, con gli spagnoli usciti miseramente.

La squadra di Simeone, nonostante i cambiamenti portati dal mercato di settembre, non ha mostrato diversità nello stile di gioco. Il catenaccio messo in campo dall’Atletico, non ha potuto nulla contro la velocità e la dinamicità del Chelsea di Tuchel.

Forse, è arrivata l’ora per gli spagnoli di cambiare definitivamente un gioco, che non dà più le stesse garanzie, complice anche il ricambio di giocatori degli ultimi anni. Su tutti, il talento di Joao Felix non sembra ancora sbocciato del tutto, e anche Suarez che in Liga fa sfaceli, in Champions non ha mai trovato il gol con l’Atletico.

Leggi anche >>> Guardiola e i record: il City attende i sorteggi e punta a vincere

Leggi anche >>> Vazquez, il Siviglia ritrova il Mudo: gol di tacco e lacrime

Atletico, crisi anche in Liga

atletico crisi
Squadra dell’Atletico Madrid (Getty Images)

La crisi che ha colpito l’Atletico Madrid di Simeone in Champions, lì dove dopo la semifinale del 2017, in quattro stagioni non si è mai andati oltre i quarti, sembrava non riversarsi anche sul campionato.

Tra terzi e secondi posti, almeno il Liga le prestazioni sono state migliori. In questa stagione, addirittura, l’Atletico ha preso il largo su Real e Barcellona, prendendosi sin da subito il primo posto con diversi punti di vantaggio sulle inseguitrici.

Al momento, però, la crisi di gioco si è riprodotta anche in campionato, in particolare da febbraio in poi. In 8 partite di Liga, l’Atletico ha vinto solo 3 partite, e contando le 2 sfide di Champions col Chelsea, le vittorie sono 3 su 10. Numeri impressionanti in negativo, che fanno pensare ad un ambiente con poco morale.

Sta a Simeone e ai suoi ragazzi, riprendersi. La prossima partita è contro l’Alaves terz’ultimo, e rappresenta una buona occasione per ripartire. La crisi dell’Atletico, quindi, può e deve aspettare, bisogna concentrarsi sulla vittoria finale della Liga, e poi a fine anno si potranno tirare le somme, e starà alla dirigenza e all’allenatore decidere se proseguire insieme.