Dinamo Zagabria, rimonta storica: 50 anni dopo torna ai quarti in Europa

dinamo zagabria
Dinamo Zagabria ai quarti di finale di Europa League (gettyimages)

La Dinamo Zagabria completa una rimonta insperata contro il Tottenham di José Mourinho in Europa League: straordinaria serata per Krznar alla sua prima da allenatore. Dopo 50 anni il club croato torna ai quarti in campo internazionale. 

Allo Stadion Maksimir di Zagabria si è scritto un pezzo di storia. La scorsa settimana il Tottenham aveva quasi chiuso la pratica del turno, terminando la gara d’andata sul 2-0. Pochi giorni fa, Zoran Mamic – l’ex allenatore della Dinamo – è stato condannato per frode fiscale a 4 anni e otto mesi. Insomma, un disastro. Il tecnico si dimette e la società affida al suo vice Damir Krznar la guida della panchina e del gruppo. Pochi avrebbero scommesso sul passaggio del turno del club croato, eppure il risultato è stato completamente ribaltato.

Prima i due gol nei novanta minuti, poi la terza rete nell’extra-time che ha piegato le gambe agli Spurs di José Mourinho. La Dinamo Zagabria accede ai quarti di finale di Europa League, grazie alla straordinaria tripletta di Orsic e alle parate di Livaković. E Krznar ha appena scritto la storia del club. Da oltre 50 anni non arrivavano risultati così importanti a livello internazionale.

Leggi anche >>> Tottenham fuori dall’Europa. Mourinho battuto dalle prodezze di Orsic – VIDEO

Dinamo Zagabria, dal 1970 non raggiungeva i quarti di finale in Europa

dinamo zagabria
Panchina della Dinamo Zagabria in festa

Per la prima volta nella sua storia sarà tra le migliori otto della seconda competizione europea. Infatti, mai in Coppa Uefa o Europa League la Dinamo Zagabria è riuscita ad andare più avanti. Per riscontrare risultati migliori o uguali a quelli raggiunti in questa straordinaria e magica serata, bisogna ritornare indietro al 1970. In quell’anno, arrivò ai quarti di finale della Coppa delle Coppe, ma fu sconfitta all’andata e al ritorno dallo Schalke 04.

Dopo 51 anni, la squadra croata con più titoli nazionali e tra le più importanti della penisola balcanica riesce ad arrivare tra le otto più forti di una competizione internazionale. Krznar ha appena ottenuto l’incarico e alla sua prima partita ha ribaltato pronostici e risultato. Meglio di così non poteva di certo andare.

Ora, domani ci saranno i sorteggi e sognare è lecito. I “Modri” – letteralmente blu – possono sperare nella cavalcata che li porterebbe a Danzica, la sede della finale. Nel frattempo, in campionato tutto è aperto. La Dinamo deve difendere il primo posto che vale il 22° titolo Nazionale e la qualificazione al primo turno di Champions League.