Radu, ancora Sassuolo nel suo destino: è lui il vice-Handanovic

Ionut Radu
Ionut Radu (GettyImages)

Ionut Radu sostituirà Samir Handanovic risultato positivo al Covid: sarà lui il portiere di Inter-Sassuolo. 

L’Inter ha annunciato la positività al Covid di Samir Handanovic. Il portiere sloveno ha contratto il virus a poche ore dal primo contagio rilevato nello spogliatoio nerazzurro corrispondente a Danilo D’Ambrosio. I due calciatori nerazzurri stanno trascorrendo l’isolamento domiciliare, e l’intero gruppo squadra resta in allerta, sperando che non ci siano brutte sorprese nelle prossime ore.

A sostituire Handanovic, ci penserà Ionut Radu. L’estremo difensore classe 1997 ha già esordito in Serie A. In realtà, è stato anche titolare con la maglia del Genoa, ma non gioca una partita ufficiale dalla scorsa stagione, prima della diffusione della pandemia. Infatti, passò dai rossoblu al Parma nel mercato invernale, senza però esser mai impiegato. Sabato contro il Sassuolo avrà una chance importante, ma sarà anche un banco di prova da non fallire vista l’importanza dei prossimi match dell’Inter. Sulla sua strada incontra nuovamente i neroverdi. Uno scherzo del destino.

Leggi anche >>> Inter Handanovic positivo al Covid: l’annuncio del club

Ionut Radu, da Mancini a Conte: difenderà i pali dell’Inter ancora contro il Sassuolo

Ionut Radu
Radu, vice-Handanovic (gettyimages)

Ionut è un calciatore rumeno. Ha un passato nelle giovanili della gloriosa Steaua Bucarest, poi successivamente ha fatto la trafila nelle giovanili dell’Inter. Ha esordito la prima volta in Serie A il 14 maggio 2016, con la maglia nerazzurra. In quell’occasione, entrò per gli ultimi 10-15 minuti in sostituzione di Carrizo. Il campionato era finito e Roberto Mancini – all’epoca il tecnico della Beneamata – decise di mandarlo in campo per il debutto. L’avversario di Radu in quell’ultima giornata di Serie A era proprio il Sassuolo.

Successivamente, il giovane portiere è rimasto per un altra stagione a Milano (senza mai scendere in campo), per poi andare in prestito all’Avellino in Serie B e successivamente al Genoa per un anno e mezzo, dove si è distinto per alcune buone prestazioni. Non è arrivato ancora il salto di qualità, ma forse contro gli emiliani sarà l’occasione giusta per cominciare un’alternanza la prossima stagione con Handanovic. Dal debutto sotto la guida di Mancini sono passati 5 anni, tanta gavetta e voglia di dimostrare il proprio valore. Antonio Conte affiderà la difesa della porta nerazzurra a Ionut Radu.