Juventus in campo alle 15: una rarità da calcio moderno

Morata della Juve in contrasto - Getty Images
Juventus-Benevento, match di ritorno domenica alle 15: rarità del calcio italiano - Getty Images

 Juventus da rarità in campo domenica alle 15, un evento ormai abbastanza raro del calcio spezzatino.

Quel che prima era una consuetudine ora è una rarità assoluta. Il calendario che prevede la Juventus alle 15, infatti, è un evento abbastanza particolare, che capita due volte a stagione. Gli effetti del calcio moderno e i diritti globalizzati collocano spesso la squadra bianconera in tutte le salse, privilegiando comunque spesso e volentieri le fasce serali.

Così, in questo turno la rarità è di vedere la Juventus in campo di domenica pomeriggio, cosa che è sempre stata normale nel calcio di qualche tempo fa. Il richiamo arriva al passato, ai tempi di Michel Platini e di Roberto Baggio, ma anche a quelli di Alessandro Del Piero quando al massimo c’era da svolgere il posticipo serale.

Alle 15, quindi, si ritorna al passato curiosamente contro quel Benevento già affrontato nell’unico precedente fra le squadre sempre di pomeriggio. Nel 2017, infatti, fu la gara di novembre a celebrare il 120° anniversario della Juventus, che celebrò il tutto con una maglia stampata in 1897 esemplari e con una vittoria in rimonta.

Il Benevento che arriva a Torino è alla cerca di punti per la salvezza, la Juventus cerca motivazioni in vista di una difficilissima rimonta in Serie A. In questo caso con un tocco vintage.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Ecco il futuro delle stelle bianconere

I precedenti recenti di domenica pomeriggio

Bentancur in maglia storica - Getty Images
Bentancur con la divisa storica indossata nel precedente per il 120° compleanno Juventus. Domenica in campo altra rarità – Getty Images

L’ultima gara giocata dalla Juventus di domenica alle 15 è di qualche mese fa. Precisamente a Cesena, campo neutro per Spezia-Juventus terminata 1-4 lo scorso 1° novembre. Una gara che, per altro, nel primo tempo era terminata sul pareggio, per poi registrare l’ingresso in campo (decisivo) nella ripresa di Cristiano Ronaldo. Nella stagione 2019-2020, almeno nella prima parte pre covid ecco due precedenti alle 15.

La Juventus il 16 febbraio 2020 sconfisse il Brescia 2-0, una gara segnata dal ritorno in campo di Giorgio Chiellini dopo il grave infortunio di inizio stagione. Ancor prima, nel mese di dicembre, la Juventus vinse per 3-1 contro l’Udinese trascinata da Cristiano Ronaldo.

Che i primi gol in Serie A li segnò proprio di domenica pomeriggio, il 16 settembre 2018. Dopo un digiuno di due gare, il portoghese realizzò una doppietta nella ripresa contro il Sassuolo. E, parlando di protagonisti offensivi, Paulo Dybala lo fu il 24 febbraio 2019 contro il Bologna. Dopo otto minuti dall’ingresso in campo, la rete dell’argentino fu decisiva per un’importante vittoria in trasferta.

Corsi e ricorsi storici, quindi, per la Juventus che gioca di domenica pomeriggio, e chissà quanto tempo ci vorrà per rivederla alle 15. Resta la nostalgia di tutti quelli cresciuti con il calcio della contemporaneità, dove il risultato della Juventus era sempre atteso dai tifosi, ma anche da chi tifavano le altre squadre. Siamo così sicuri che il progresso sia migliore?