Calciomercato Juve, Dybala e Cr7 per finanziare il restyling: i nomi

Festa McKennie Juve reazioni
Festa in casa Mckennie, presenti Dybala e Arthur e reazioni pesanti dei tifosi della Juve (Gettyimages)

Calciomercato Juve, tutti vogliono Dybala e Cr7 riflette. Le due cessioni potrebbero finanziare la rivoluzione, e Paratici ha già individuato i rinforzi giusti.

Fra rinnovi e primi abboccamenti per bruciare la concorrenza, la prossima sessione di calciomercato regala qualche spiffero che anticipa le mosse estive. La Juventus ha già deciso quali saranno i calciatori che non faranno parte del progetto e intanto medita sul pressing che arriva dai club esteri per Paulo Dybala e Cristiano Ronaldo. L’argentino è il grande assente della stagione. Fra un rinnovo chiacchierato senza trovare un punto di accordo, e l’infortunio rivelatosi più grave del previsto, la Joya non è riuscita ad entrare nelle rotazioni di Andrea Pirlo. La Juventus vuole trattenerlo ma il Chelsea è pronto a mettere sul piatto 50 milioni e apre ad uno scambio con Timo Werner.

Queste sono le indiscrezioni in arrivo dai tabloid inglesi, ma Fabio Paratici non sarebbe interessato e preferirebbe ringraziare e trattare il rinnovo con lo staff del calciatore. Poi c’è Ronaldo, che è il vero rebus bianconero. Venderlo subito per rifinanziare il mercato ed evitare di perderlo a zero, oppure godersi per un altro anno un calciatore che resta ancora in grado di fare la differenza? Il quesito è chiaro ma serve a poco. Sceglierà Cr7, e in caso di addio non ci sarebbe opposizione. Venderli entrambi vorrebbe dire incassare circa 100 milioni e ottenere un risparmio sugli ingaggi che darebbe a Paratici la chiave giusta per tuffarsi sul calciomercato con forza.

Leggi anche: Mercato, Juventus risposta chiara a Ronaldo: si muove il Real Madrid 

Calciomercato Juve, i calciatori pronti a dire addio per finanziare il mercato

Calciomercato juve
La Juventus ha scelto Aouar del Lione (Getty Images)

Su Ramsey e Rabiot c’è poco da riflettere. Il gallese è un sicuro partente. In due anni ha aggiunto poco ed è già proposto ai club inglesi. Il francese invece ha alzato il livello delle prestazioni, ma è discontinuo e può essere pedina di scambio. In difesa Demiral potrebbe partire per l’offerta giusta, così come Alex Sandro, mentre in bilico restano Bentancur, e i calciatori al rientro dal prestito. Douglas Costa potrebbe portare soldi in cassa così come Rugani, che vorrebbe restare al Cagliari.

Poi c’è De Sciglio che potrebbe servire come carta per alleggerire le richieste di Aulas per Aouar, ma il Lione è bottega gara. Infine Pellegrini che non ha convinto al Genoa, e anche Fagioli. A Pirlo piace, ma è una pedina di scambio che fa gola a tanti club. Soprattutto al Sassuolo, società alla quale Paratici bussa spesso per Locatelli. Sono questi i calciatori che potrebbero finanziare il calciomercato Juve ed un restyling necessario. I nomi sono già scelti.

Leggi anche: Sassuolo-Verona vetrina del mercato: Faraoni e Locatelli da record

I sogni di Pirlo, le scelte di Paratici: la Juventus si muove a fari spenti. I nomi caldi

mercato juventus milik
Arkadiusz Milik, ora al Marsiglia (GettyImages)

Due centrocampisti almeno, un esterno a sinistra e poi la punta, forse due in caso di addio di Ronaldo. E’ questo il diktat in casa Juve, e Paratici si muove insieme a Pirlo, pronto a cucire ai bianconeri una nuova veste tattica. In mediana i nomi caldi sono Aouar e Locatelli. Più facile da raggiungere il calciatore del Sassuolo, ma in cima alla lista c’è il francese. E’ il primo nome per l’allenatore, che vorrebbe due pedine ma sa bene di non poter pretendere entrambi i calciatori e attende con fiducia Rovella. A questo punto diventa calda anche la pista Wijnaldum.

Arriverebbe a zero, ha grande esperienza internazionale e cattiveria agonistica. C’è la concorrenza del Barcellona e anche dell’Inter, ma la pista resta calda. Il sogno sarebbe Pogba, ma i prezzi sono proibitivi, a meno di uno scambio cche appare complicato. Di sicuro uno fra questi 4 giocatori dovrebbe arrivare a Torino, e occhio a De Paul, che è pronto per passare da un bianconero all’altro.

In difesa arriverebbe qualcuno solo in caso di addio a Demiral. Potrebbe tornare Rugani, ma la Juve si fida di Dragusin e potrebbe avere la soluzione in casa. A sinistra il nome caldo è quello di Robin Gosens. I 40 milioni richiesti sono tanti, ma con l’Atalanta gli affari sono frequenti e c’è sempre in ballo il riscatto di Romero, che potrebbe alleggerire il discorso. Poi resa da sciogliere il problema in attacco. In caso di addio a Dybala e Cr7 Paratici avrebbe un gruzzolo importante, ma le voci di una caccia aperta ad Haaland si infrangono davanti alle offerte degli altri club e ad una concorrenza larghissima. Torna di moda Milik, si ragiona sul riscatto di Morata e non tramonta neanche Icardi, che al Psg potrebbe essere ai saluti. E poi ci sarebbe Kean, che è stimatissimo da Pirlo.

Restano in corsa due nomi a parametro zero: Memphis Depay e Sergio Aguero. Gli ingaggi però sono alti e Pirlo vorrebbe altro. Il calciomercato in casa Juve si muove quindi sui nomi di Dybala e Ronaldo. Se partono i due gioielli bianconeri, si innesca una vera rivoluzione, che potrebbe davvero cambiare volto alla squadra.