Premier League, VAR e mercato da cambiare: le decisioni in Inghilterra

premier league
Pallone della Premier League (Getty Images)

La Premier League vuole apportare importanti cambiamenti, sia sul mercato estivo, sia sulla tanto discussa VAR.

Il calcio inglese prova a cambiare un sistema già bello che perfezionato in passato, che l’hanno reso il più seguito e il più ricco del mondo, soprattutto con la Premier League. Adesso, si vogliono rivoluzionare sia il mercato estivo che la VAR.

Riguardo il mercato estivo, si vuole posticipare di una settimana sia l’inizio della sessione di calciomercato, sia la fine. In particolare, negli ultimi sette giorni, ci sarebbe spazio per ulteriori trasferimenti, ma solo tra squadre inglesi, dalla Premier ai campionati inferiori.

Riguardo invece la VAR, l’associazione degli arbitri ha annunciato dei cambiamenti di cui dovranno far parte anche gli allenatori e i giocatori. Infatti, sono stati preparati dei sondaggi ai quali queste due categorie dovranno rispondere per migliorare l’uso della tecnologia in aiuto all’arbitro.

Leggi anche >>> Fair Play Finanziario, per la UEFA è finito: in arrivo delle novità

Leggi anche >>> Premier League, le big six vogliono la nuova Champions

Premier, quali squadre hanno perso punti per la VAR

premier league var
VAR in azione in Premier League (Getty Images)

In particolare, in Premier League ci sono state tante critiche per la VAR, soprattutto da parte di alcuni allenatori. Su tutti, svettava l’ex tecnico del Chelsea, Frank Lampard, per il quale la Video Assistant Referee ha distrutto l’anima dei tifosi.

Gli arbitri, dunque, vogliono correre ai ripari, con un piano che vada a migliorare il processo decisionale e la coerenza di questo, in tutte le decisioni di tutte le partite del calcio inglese e della massima serie in particolare.

Negli ultimi tempi, è uscita anche una classifica di Premier League diversa rispetto all’attuale, in cui si aggiungono o si tolgono i punti alle squadre, in base alle decisioni arbitrali prese con la VAR. Seguendo queste nuove posizioni, il West Ham scenderebbe addirittura in nona posizione, mentre il Liverpool guadagnerebbe qualcosa. Nonostante tutto, comunque, in testa per City e United non cambierebbe nulla.

Il calcio inglese, quindi, prova a cambiare sia sul mercato che sulla VAR. Riguardo il primo, ci sarebbe un qualcosa di nuovo ma comunque già visto da sperimentare, infatti è un meccanismo simile a quello dei parametri zero. Mentre per la VAR, sarebbe totalmente nuovo l’approccio, che serve a distendere animi e tensioni in Premier League.