Ronaldo, ritrova il gol in nazionale: nel mirino un record mondiale

ronaldo nazionale
Cristiano Ronaldo giocatore del Portogallo e della Juventus (Getty Images)

Cristiano Ronaldo ha finalmente ritrovato il gol con la nazionale, il numero 103, che gli fa mettere nel mirino il primato mondiale.

Cristiano Ronaldo dimentica i problemi dopo il gol annullato contro la Serbia, e ritrova la serenità, con la sua nazionale, tramite la rete del 2-1 segnata al Lussemburgo. Questa, è la numero 103 con la maglia del Portogallo e lo fa avvicinare a un primato storico, ovvero quello del giocatore che ha segnato più gol in nazionale.

Il record, attualmente, appartiene all’iraniano Ali Daei, capace di mettere a segno ben 109 segnature giocando per il suo paese. Adesso, per CR7, potrebbe essere una formalità raggiungere e superare questo traguardo, soprattutto se riprende a segnare al suo solito ritmo anche col Portogallo.

Per lui, le occasioni ci saranno già con gli impegni pre-Europeo, poi proprio con questa competizione, e ovviamente nel resto delle qualificazioni mondiali e con il probabile mondiale di Qatar 2022, che dovrebbe essere raggiunto dalla sua nazionale.

Leggi anche >>>Gol fantasma Portogallo, Ronaldo non ci sta: i tifosi invocano Muntari

Leggi anche >>> 31 marzo: gli esordi in Nazionale di Paolo Maldini e Totò Schillaci

Ronaldo, dal Portogallo alla Juve per segnare ancora

ronaldo nazionale gol
Cristiano Ronaldo giocatore del Portogallo e della Juventus (Getty Images)

Cristiano Ronaldo non vuole certamente fermarsi qui, in questa stagione. Dopo aver raggiunto i 103 gol con la nazionale, ecco che adesso ritorna a Torino per il finale di stagione con la sua Juventus.

Al momento, il portoghese ha segnato ben 30 gol in tutte le competizioni, e soprattutto ben 23 in Serie A, che ne fanno il primo nella classifica marcatori del massimo campionato italiano, davanti al nerazzurro Lukaku che ne ha 19.

Ronaldo, tuttavia, viene da un periodo brutto, con pochi gol e grandi critiche. Soprattutto, al nazionale portoghese viene rimproverata la brutta prestazione negli ottavi di Champions contro il Porto, con il famoso errore in barriera che è costato il gol che difatti ha deciso la qualificazione.

Sta chiaramente a Cristiano Ronaldo, smentire ancora una volta tutti i critici. Già col Cagliari ha dato un segnale segnando una tripletta, e nella sconfitta col Benevento è stato di certo il migliore in campo, ma da lui ci si aspetta sempre qualcosa di più, in attesa anche di vedere cosa farà nel calciomercato estivo.