Juve, altro che pugno duro: Dybala, McKennie e Arthur in gruppo

dybala juventus icardi
Dybala potrebbe essere merce di scambio per portare Icardi alla Juventus (Getty Images)

Ripresa degli allenamenti in casa Juve: Pirlo riapre le porte a Dybala, McKennie e Arthur. La punizione è durata solo 2 giorni.

Autogol o scelta di necessità. La “punizione” per Dybala, McKennie e Arthur in casa Juve è durata solo 48 ore. La cena delle polemiche ha spinto il club ad una salatissima multa nei confronti dei tre calciatori, e all’esclusione sbandierata da Pirlo e Paratici prima del derby. L’emergenza ha costretto però l’ex calciatore a stravolgere la squadra contro il Torino, e la scelta di schierare Danilo a centrocampo è l’ennesimo segnale delle difficoltà. Ramsey e Rabiot non convincono più, e l’esterno brasiliano è una soluzione che amplifica l’emergenza.

Troppo importante la lotta Champions per rinunciare a 3 calciatori che saranno fondamentali già contro il Napoli. Per questo Pirlo ha scelto di riaprire le porte del Traning Center ai tre calciatori che hanno preso parte alla cena in casa del centrocampista statunitense.

Il tecnico ha messo da parte i rancori e si concentra sul campo, in vista di una sfida che sarà fondamentale per il cammino della squadra e per il suo futuro in bianconero. I tre potrebbero già essere titolari nel recupero di mercoledì contro il Napoli, diretta concorrente per la corsa alla Champions.

Leggi anche: Incontro Agnelli Allegri: c’è l’indizio per il futuro della Juve

Dybala, McKennie e Arthur in gruppo: tifosi divisi sulla scelta della Juve

Dybala McKennie Arthur
Dybala, McKennie e Arthur dividono i tifosi della Juve (Getty Images)

La punizione è finita. Ed è durata poco. La Juve ha messo il lato tecnico davanti a tutto ed ha riaccolto in gruppo Dybala, McKennie e Arthur. I tre si sono rivisti oggi alla ripresa degli allenamenti, in cui il tecnico ha previsto una seduta di scarico per i protagonisti del derby. Una scelta forse necessaria per Pirlo, ma che farà molto discutere. Niente pugno duro quindi. Almeno sotto il profilo tecnico, perché i tre calciatori, nonostante le polemiche, sono pronti a prendere posto nelle convocazioni contro il Napoli.

Sui social i tifosi si dividono, fra chi reputa troppo leggera la sosta imposta ai protagonisti della cena in casa McKennie e chi vuole mettere da parte i dissapori per il bene della squadra. E intanto Pirlo tira un sospiro di sollievo. Servono i migliori alla sua Juve per tentare di risollevare una situazione delicata, e dopo il match di ieri, le pedine per riuscirci sembrano essere davvero poche.