Pubblico all’Europeo, c’è l’apertura del governo: decide il Cts

Pubblico Europeo apertura governo
Il ministro Speranza apre alla presenza del pubblico all'Europeo (Getty Images)

Importante apertura del Governo che potrebbe consentire al pubblico di assistere all’Europeo: la Federcalcio incassa la notizia ma deciderà il Cts che intanto valuta.

Importante apertura del Governo che ha preso una decisione importante in merito all’Europeo e al pubblico negli stadi. Ci sarebbe un’apertura, timida, da verificare, che è però già una notizia che rincuora. Il tema è caldo, tanto quanto lo è l’emergenza, per cui la palla passerà dalle aule del governo fino alla Federazione, e poi al Cts. Sarà il comitato a valutare i rischi e le possibilità di vedere il pubblico all’Europeo, ma le richieste di Ceferin impongono una riflessione immediata.

Il presidente della Uefa ha già indicato da tempo che le nazioni che non aprono gli impianti saranno escluse in automatico. Dirette e mirate al tempismo le dichiarazioni, che hanno immediatamente trovato sponda per cercare soluzioni. Troppo alto il rischio di veder sfumare le tappe di un Europeo itinerante ma che richiama sponsor e un buon movimento economico.

Anche l’Italia vuole stare quindi al passo, e sulla scelta pesa il valore della partita inaugurale, prevista proprio all’Olimpico di Roma. Il ministro Speranza avrebbe quindi già inviato a Gravina una lettera con le decisioni prese in merito, che sono un segnale importante per tutto il mondo dello sport.

Leggi anche: Stadi italiani, l’esempio americano per trovare speranza

Pubblico all’Europeo, l’Italia ha scelto: le ultime sulle decisioni del governo

Europei pubblico apertura governo
Gabriele Gravina incassa l’apertura del governo al pubblico agli Europei (Getty Images)

C’è un filo sottile a cui è appesa la possibile presenza del pubblico negli stadi all’Europeo. E’ quella che lega la volontà del governo e del calcio alla situazione di emergenza sanitaria. La presenza dei tifosi all’Olimpico è un dovere per il calcio e per una nazione intera, e nonostante l’impatto ancora devastante della pandemia sull’Italia, si lavora in previsione di un ritorno del pubblico.

Lo ha imposto Ceferin, che considera fuori dai giochi chi non si adegua, e ci sta lavorando il governo italiano. E di pochi minuti fa la notizia di un’apertura importante del ministro Sperenza, che ha invitato il suo assenso a Gravina. La Uefa incasserà quindi immediatamente la disponibilità a giocare con i tifosi all’Olimpico l’11 giugno, ma a decidere sarà il Cts.

E’ del Comitato tecnico scientifico l’ultima parola sulla riapertura, che però oggi è più vicina che mai. L’Italia sembra aver lavorato in un fronte comune per riaprire l’Olimpico ad una manifestazione che potrebbe sancire la rinascita dello sport e del calcio, e i tifosi intanto sperano.